Comunicazione lavori usuranti, proroga al 30 aprile

Lavori usuranti 2016: c’è tempo fino al 30 aprile per inviare l’apposita comunicazione prevista per i lavori usuranti

Lavori usuranti

Il dlgs. 67/2011 individua come usuranti diverse tipologie di lavoro, tra cui i lavori in gallerie, cave e miniere, in cassoni ad aria compressa, in spazi sottomarini, quelli eseguiti ad alte temperature, in spazi ristretti, lavori notturni, lavori da conducenti di veicoli con capienza non inferiore ai 9 posti (conducenti di autobus, pullman turistici), etc.
Per i lavoratori impiegati in queste attività è previsto il pensionamento anticipato, se sono soddisfatte certe condizioni.

Il decreto obbliga i datori di lavoro alla comunicazione telematica annuale alla Direzione Provinciale del Lavoro dell’elenco degli addetti ai lavori usuranti; il termine era stato fissato dalla circolare 15/2011 del Ministero del Lavoro.
Non essendo ancora definite le modalità operative e la modulistica, il Ministero del Lavoro, con la circolare del 14 settembre 2011, rinvia la scadenza della comunicazione telematica a data da destinarsi.

Rinvio comunicazione

Il Ministero del Lavoro, con nota n.1874 del 31 marzo 2016, ha reso noto che i datori di lavoro potranno compilare il modello LAV_US di comunicazione dello svolgimento di lavori faticosi e usuranti, con riferimento alle attività lavorative svolte nell’anno 2015, fino al 30 aprile 2016 (e non entro il 31 marzo).

In particolare, il Ministero del Lavoro informa che il datore di lavoro potrà compilare l’apposito modello (modello LAV_US) fino al 30 aprile 2016 con riferimento alle attività lavorative svolte nell’anno 2015 riferite a svolgimento di:
  • attività faticose e pesanti, c.d. usuranti (art. 2, comma 5, decreto legislativo 67/2011)
  • processi produttivi in serie caratterizzati dalla “linea catena” ovvero dell’esecuzione di lavoro notturno svolto in modo continuativo e compreso in regolari turni periodici (art. 5, commi 1 e 2, decreto legislativo 67/2011)

 


Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *