Niente 55% per caldaie tradizionali e “solar cooling”

La legge Finanziaria 2008, che ha prorogato le detrazioni per la riqualificazione energetica fino al 31 dicembre 2010, ha previsto anche la possibilità, non contemplata dalla finanziaria 2007, di usufruire della detrazione del 55% per la sostituzione intera o parziale di impianti di climatizzazione invernale anche con caldaie NON a condensazione, sostenute entro il 31 dicembre 2009 attuativo (comma 21).

La legge Finanziaria 2008, che ha prorogato le detrazioni per la riqualificazione energetica fino al 31 dicembre 2010, ha previsto anche la possibilità, non contemplata dalla finanziaria 2007, di usufruire della detrazione del 55% per la sostituzione intera o parziale di impianti di climatizzazione invernale anche con caldaie NON a condensazione, sostenute entro il 31 dicembre 2009 attuativo (comma 21).
Tale possibilità, tuttavia è subordinata all’emanazione di uno specifico decreto che deve stabilire requisiti tecnici da rispettare e la modalità di ripartizione delle risorse economiche (molto limitata).
In assenza di tale decreto, che non è ancora stato emanato, non è possibile avvalersi della detrazione del 55% per la sostituzione di un impianto di riscaldamento con una caldaia non a condensazione.
Quanto sopra riportato è stata ribadito dall’Agenzia delle entrate con la Risoluzione 299/E dello scorso 14 luglio, giunta in risposta ad un quesito posto da un contribuente che, avendo installato un impianto di SOLAR COOLING, aveva chiesto se fosse possibile, per tale intervento, usufruire della detrazione del 55% per la riqualificazione energetica.
Un impianto di “SOLAR COOLING” è un impianto che permette di produrre acqua fredda da utilizzare per la climatizzazione estiva a partire dall’acqua calda prodotta da pannelli solari termici.
Dopo una analisi delle tipologie di agevolazioni possibili, l’agenzia giunge alla conclusione che il contribuente non potrà godere dell’agevolazione fiscale in relazione all’intervento complessivo realizzato, ma potrà eventualmente fruire del beneficio, entro i limiti previsti dalla norma, soltanto in relazione alle spese direttamente ricollegabili all’installazione di pannelli solari utilizzati per la produzione di acqua calda ed aventi le caratteristiche individuate dal Decreto del 19 febbraio 2007 e dal decreto 31 ottobre 2007.

Documento Dimensione Formato
Risoluzione 299/E del 14 luglio 2008 45 Kb PDF
 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *