Movimentazione manuale dei carichi in cantiere: ecco i video sulle corrette modalità operative

I video trattano le questioni relative a postura, movimenti ripetitivi e attività di cantiere; sono disponibili in diverse lingue straniere.

Per movimentazione manuale dei carichi si intendono le operazioni di trasporto e sostegno di un carico che richiedono uno sforzo muscolare, con possibili ripercussioni sulla colonna vertebrale.
Possiamo ritrovare innumerevoli situazioni di movimentazione manuale di carico in un cantiere: basti pensare ad elementi comuni come i mattoni, le tavelle, i secchi di inerti, il sacco di calce e simili, etc.
E’ necessario quindi che tutti i lavoratori impegnati nel cantiere siano adeguatamente formati ed informati sui rischi derivanti da tali attività.
La tutela dei lavoratori nello svolgimento di attività che comportano lo sforzo fisico per la movimentazione manuale dei carichi e la valutazione dei relativi rischi è prevista dal Titolo VI e dall’Allegato 33 del D.Lgs. 81/2008.

In questo articolo proponiamo due nuovi video di informazione ed autoformazione, realizzati da Esem (Ente paritetico scuola edile milanese) che possono essere utilizzati da imprese, datori di lavoro e tecnici di settore per fornire agli operatori le nozioni di base sulla movimentazione manuale dei carichi.
I video trattano le questioni relative a postura, movimenti ripetitivi e attività di cantiere; sono disponibili in diverse lingue straniere, con titoli e commenti in lingua, per facilitare l’integrazione linguistica dei lavoratori appena giunti in Italia.

In allegato proponiamo anche 2 test di autoverifica finalizzati ad accertare il livello di comprensione ottenuto.

Clicca qui per vedere la playlist dei due video in italiano sulla movimentazione manuale dei carichi
Clicca qui per scaricare il test di autovalutazione (Postura e movimenti ripetitivi)
Clicca qui per scaricare il test di autovalutazione (Attività di cantiere)

Albanese Rumeno Arabo Spagnolo

Shqiptar

Român

???????

Español

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *