Movimentazione manuale dei carichi, disturbi muscoloscheletrici e malattie professionali: dall’Inail la guida completa

L’Inail ha pubblicato una guida sulla prevenzione dei disturbi muscoloscheletrici utile a tutti i tecnici della prevenzione, ai datori di lavoro, agli RLS e ai lavoratori in generale.

I disturbi muscoloscheletrici (DMS) sono molto diffusi tra i lavoratori e costituiscono una delle principali cause di assenza sul lavoro per malattia.

Il D.Lgs. 81/2008 (Testo Unico sulla Sicurezza) obbliga il datore di lavoro ad effettuare la valutazione di tutti i possibili rischi presenti nell’unità produttiva per eliminarli o ridurli al di sotto di una certa soglia.

In particolare il datore di lavoro deve:

  • effettuare la valutazione di tutti i rischi presenti, inclusi ovviamente i fattori di rischio organizzativi e psicosociali;
  • adottare misure per eliminare i rischi riscontrati e, nel caso questo non sia possibile, contenerli attraverso la meccanizzazione dei processi, l’organizzazione del lavoro, etc.;
  • fornire ai lavoratori addetti informazioni circa il sistema di sicurezza aziendale adottato e la formazione specifica sui rischi connessi alla mansione svolta;
  • sottoporre a sorveglianza sanitaria i lavoratori addetti.

L’Inail ha pubblicato una guida sulla prevenzione dei disturbi muscoloscheletrici utile a tutti i tecnici della prevenzione, ai datori di lavoro, agli RLS e ai lavoratori in generale.

La pubblicazione tratta i seguenti argomenti:

  • Normativa di riferimento
  • Tipologie
  • Come organizzare adeguatamente il lavoro di movimentazione manuale dei carichi
  • Tipologie di infortuni e malattie sul lavoro
  • Il ruolo e le prestazioni dell’Inail

Clicca qui per scaricare la guida Inail sui disturbi muscoloscheletrici

 
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *