Moduli edilizia Sicilia: ecco i modelli PDF editabili

Moduli edilizia Sicilia: ecco i modelli PDF editabili (SCIA per l’agibilità, CIL, CILA, CFL, SCIA, SCIA alternativa) da scaricare gratuitamente

È stato siglato in Conferenza Unificata del 4 maggio 2017 l’accordo tra Governo, Regioni ed enti locali sull’adozione dei modelli unificati e standardizzati per edilizia e attività commerciali. Il testo dell’accordo, con i relativi modelli unificati per edilizia e attività commerciali, è stato pubblicato sulla Gazzetta ufficiale n. 128 del 5 giugno 2017 – Suppl. Ordinario n. 26.

Secondo le nuove regole introdotte dal decreto SCIA 2 (dlgs 222/2016), che modifica il testo unico dell’edilizia, gli enti adotteranno una sola modulistica per l’intero territorio nazionale, valida per:

  • interventi edilizi (ristrutturazioni, manutenzioni, ecc.)
  • apertura di attività commerciali

Inoltre, non potranno più essere richieste le seguenti documentazioni:

  • certificati, atti e documenti già in possesso dell’amministrazione (certificazioni relative ai titoli di studio o professionali, alcune attività, la certificazione antimafia, etc.), ma solo gli elementi che consentano all’amministrazione di acquisirli o di effettuare i relativi controlli, anche a campione
  • dati e adempimenti che derivano da “prassi amministrative”, ma non sono espressamente previsti dalla legge (es: certificato di agibilità dei locali per l’avvio di un’attività commerciale o produttiva). Sarà sufficiente una semplice dichiarazione di conformità ai regolamenti urbanistici, igienico sanitari, etc.
  • autorizzazioni, segnalazioni e comunicazioni preliminari all’avvio dell’attività commerciale

Sarà sufficiente presentare le altre segnalazioni o comunicazioni in allegato alla Scia unica (Scia più altre segnalazioni o comunicazioni) o la domanda di autorizzazioni in allegato alla Scia condizionata (Scia più autorizzazioni).

Moduli unificati Sicilia

La Regione Sicilia con deliberazione della Giunta regionale n. 237 del 14 giugno 2017 ha adottato i moduli unificati e standardizzati in materia di attività commerciali e assimilate (ex decreto legislativo 30 giugno 2016, n.126), nonché moduli unificati e standardizzati per la presentazione delle segnalazioni, comunicazioni e istanze(ex decreto legislativo 28 agosto 1997, n.281).

La Regione siciliana ha predisposto il Decreto n. 186 del 19 giugno 2017 con cui ha approvato, tenendo conto delle specifiche normative regionali i sottoelencati moduli unificati e standardizzati per la presentazione delle segnalazioni, comunicazioni e istanze in materia edilizia:

  • Modello SCIA lett.f – Segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) ex art. 22 del DPR n. 380/2001, recepito con modifiche dall’art. 10 della l.r. n. 16/2016
  • Modello SCIA lett.g – Segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) alternativa al permesso di costruire, ex art. 23 del DPR n. 380/2001, recepito dall’art. 1 della l.r. n. 16/2016
  • Modello CIL – Comunicazione di inizio lavori (CIL), relativa agli interventi di edilizia libera ex art. 6, comma 2 del DPR n. 380/2001, recepito con modifiche dall’art. 3 della l.r. n. 16/2016
  • Modello CILA – Comunicazione di inizio lavori asseverata (CILA), relativa agli interventi di edilizia libera ex art. 6, comma 3 del DPR n. 380/2001, recepito con modifiche dall’art. 3 della l.r. n. 16/2016
  • Modello SCA – Segnalazione certificata di agibilità (SCA) ex art. 24 del DPR n. 380/2001, recepito dinamicamente dall’art. 1 della l.r. n. 16/2016, sostituito dall’articolo 3, comma 1, lett. 1) del decreto legislativo 25 novembre 2016, n. 222
  • Modelllo CFL – Comunicazione di fine lavori (CFL) ex art. 6, comma 4, ciel DPR n. 380/2001, recepito con modifiche dall’art. 3 della l.r. n. 16/2016 e art. 22, comma 3, del DPR n. 380/2001, recepito con modifiche dall’art. 10 della l.r. n. 16/2016

In allegato a questo approfondimento proponiamo i nuovissimi modelli PDF editabili validi per la Regione Sicilia.

Una caratteristica utilissima dei nuovi modelli è la possibilità di compilare tutti i dati direttamente all’interno del PDF, salvare il file e continuare l’input anche successivamente. Tutto questo con il software gratuito Adobe Reader (comune programma per la lettura dei PDF, versione 10 o successiva), senza la necessità di utilizzare programmi di tipo writer (per la scrittura dei PDF).

 

 

Clicca qui per scaricare i modelli PDF editabili Regione Sicilia

Clicca qui per conoscere Praticus-TA

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

2 commenti
  1. ROSOLINO
    ROSOLINO dice:

    ALLA DOCUMENTAZIONE PUBBLICATA SUL VOSTRO SITO, RELATIVAMENTE ALLA MODULISTICA UNICA EDILIZIA NELLA REGIONE SICILIANA, NON SI TROVA TRA I MODELLI QUELLO RELATIVO AL PDC EDITABILE. COME MAI?
    E’ POSSIBILE AVERE IL MODELLO MANCANTE?

    Rispondi
    • Mario Valentino
      Mario Valentino dice:

      Per ora abbiamo prodotto in forma editabile solo i file successivi all’Accordo del 4 maggio 2017, sia nazionali che di alcune regioni.
      I moduli extra, come ad esempio il PDC in Sicilia, per ora non sono disponibili. Probabilmente li pubblicheremo prossimamente.
      Saluti

      Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *