Modello 730-2017, la guida delle Entrate su detrazioni e deduzioni

Modello 730-2017: i nuovi chiarimenti su oneri detraibili e deducibili, ritenute e crediti di imposta da riportare in dichiarazione

In vista dell’imminente presentazione del modello 730-2017, disponibile on line a partire dal 18 aprile, l’Agenzia delle Entrate e il Caf hanno pubblicato la circolare n. 7/2017.

Si tratta di una guida a tutte le detrazioni e le deduzioni fiscali da riportare nel modello 730/2017, relative a redditi e spese sostenute nel 2016.

Il documento contiene nuovi chiarimenti per contribuenti, Caf e professionisti abilitati ad apporre il visto di conformità sul 730; nonché per gli stessi uffici delle Entrate in merito ai controlli sui documenti.

Circolare 7/2017, le novità

Il documento fornisce indicazioni a tutto campo in tema di deduzioni, detrazioni, crediti d’imposta ed altri elementi rilevanti per il rilascio del visto di conformità; richiama i documenti di prassi da ritenersi ancora attuali e fornisce nuovi chiarimenti alla luce delle modifiche normative intervenute.

Fornisce, inoltre, indicazioni sulle modalità di compilazione e sull’obbligatorietà della documentazione da produrre per la liquidazione delle imposte.

Nel dettaglio la circolare contiene:

  • le informazioni utili per la compilazione, rigo per rigo, del modello 730-2017 (proposte con lo stesso ordine dei quadri del 730)
  • le novità in base alle recenti modifiche normative
  • le risposte fornite dall’Entrate in seguito ai quesiti posti da Caf e professionisti
  • l’elenco dei documenti che i contribuenti devono presentare al Caf o al professionista abilitato per l’apposizione del visto di conformità

Il modello 730/2017 viene aggiornato con i nuovi sconti fiscali a disposizione dei contribuenti: detrazioni per spese di ristrutturazione, sanitarie, spese di istruzione, per famiglie e lavoratori.

Ecco in sintesi alcune novità.

Detrazione per interventi di recupero del patrimonio edilizio

Nella circolare, nuove indicazioni vengono forniti per il riconoscimento della detrazione per le spese di ristrutturazione sostenute nel 2016:

  • potranno essere inserite nel modello 730/2017 anche nel caso di convivenza di fatto; per le spese sostenute dal 1° gennaio 2016, il bonus ristrutturazioni spetta anche al convivente more uxorio del proprietario dell’immobile anche in assenza di un contratto di comodato
  • sarà possibile mantenere la detrazione in capo al venditore dell’immobile oggetto degli interventi agevolati anche in mancanza di uno specifico accordo nell’atto di trasferimento (basterà una successiva scrittura privata firmata dalle parti)

 Acquisto case classi A e B

L’incentivo per l’acquisto case ad alta efficienza energetica (classe A e B), che corrisponde a una detrazione Irpef del 50% sull’Iva pagata, è cumulabile con il bonus ristrutturazioni.

In pratica, per gli acquisti di un’unità immobiliare all’interno di un edificio completamente ristrutturato dall’impresa è possibile beneficiare anche della detrazione del 50% spettante sul 25% del prezzo di acquisto dell’immobile.

Tuttavia, volendo cumulare le 2 agevolazioni, il bonus ristrutturazioni va calcolato al netto del 50% dell’Iva, per cui ci si è già avvalsi dell’agevolazione.

Dichiarazione rettificativa

Viene abrogato il termine del 10 novembre per la presentazione della dichiarazione integrativa da parte del Caf o del professionista nel caso di visto di conformità infedele. La dichiarazione potrà essere emendata fino a che non venga contestata l’infedeltà del visto.

Detrazioni per spese scolastiche

La detrazione pari al 19% è estesa ai costi sostenuti per la mensa e copre anche i servizi integrativi come il pre e il post scuola e l’assistenza al past.

Inoltre, è prevista la detrazione su:

  • spese per gite scolastiche, per l’assicurazione della scuola e ogni altro contributo scolastico finalizzato all’ampliamento dell’offerta formativa, come per esempio corsi di lingua, teatro, ecc.
  • spese sostenute per la frequenza degli Istituti tecnici superiori (assimilabili alle spese per la frequenza di corsi universitari)
  • canoni di locazione per gli studenti degli Its (assimilabili alle spese per la frequenza di corsi universitari)

Detrazioni per disabili

L’agevolazione riconosciuta alle persone con disabilità per le spese sanitarie spetta anche per l’acquisto di una bicicletta elettrica a pedalata assistita. Rientra nell’agevolazione anche l’acquisto della cucina con riferimento alle componenti meccaniche, elettroniche o informatiche finalizzate a facilitare il controllo dell’ambiente.

Detrazioni per badanti

Ammessa la deduzione dei contributi previdenziali versati anche nel caso in cui la badante sia stata assunta tramite un’agenzia interinale, e il contribuente li abbia quindi rimborsati all’agenzia stessa. La condizione è che l’agenzia rilasci una idonea certificazione.

Detrazione spese sanitarie

Eliminato l’obbligo di conservare la prescrizione medica per poter portare in detrazione le spese sanitarie relative all’acquisto di medicinali, anche veterinari.

Altra novità è l’estensione della detrazione fiscale alle spese per i farmaci senza obbligo di prescrizione medica acquistati online da farmacie ed esercizi commerciali autorizzati alla vendita.

 

Clicca qui per scaricare la circolare 4 aprile 2017, n. 7

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *