Verifiche su solai e controsoffitti degli istituti scolastici: le graduatorie degli interventi finanziati

?Stampa l'articolo o salvalo in formato PDF (selezionando la stampante PDF del tuo sistema operativo)
Stampa / Salva PDF

Il MIUR ha pubblicato le graduatorie con gli interventi finanziati relativi alle verifiche strutturali dei solai e dei controsoffitti nelle scuole

Il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR) ha pubblicato le graduatorie del bando da 65,9 milioni di euro del piano straordinario per le verifiche dei solai e dei controsoffitti degli edifici pubblici adibiti a uso scolastico e per eventuali interventi urgenti sulle situazioni di criticità che emergeranno dalle indagini.

Nello specifico, verranno finanziate 5.560 verifiche:

  • 1.265 su edifici di Province e Città metropolitane;
  • 4.295 su strutture scolastiche comunali.

Le Regioni con il maggior numero di interventi che saranno finanziati a seguito di un avviso pubblico nazionale sono:

  • la Campania (943);
  • la Lombardia (568);
  • la Puglia (531).

Lo stanziamento complessivo prevede:

  • 40 milioni che saranno utilizzati per le verifiche sui solai;
  • 25,9 milioni che serviranno a eseguire i lavori più urgenti.

L’obiettivo del bando era quello di verificare lo stato degli edifici scolastici, prevenire fenomeni di crollo di solai e controsoffitti e intervenire poi tempestivamente sulle criticità rilevate per garantire la sicurezza delle scuole.

I fondi erano destinati agli Enti Locali proprietari di immobili pubblici adibiti ad uso scolastico e censiti nell’Anagrafe nazionale dell’edilizia scolastica.

Il bando MIUR

Per le verifiche strutturali da effettuare nelle scuole, erano disponibili complessivamente 40 milioni di euro.

Era prevista, inoltre, una quota ulteriore pari a 25,9 milioni di euro da assegnare successivamente per gli interventi urgenti di messa in sicurezza che dovessero rendersi necessari all’esito delle indagini sui solai e i controsoffitti.

Soggetti ammessi

Potevano presentare richiesta di finanziamento tutti gli Enti Locali proprietari di edifici pubblici adibiti ad uso scolastico di ogni ordine e grado; ognuno poteva presentare la propria candidatura con riferimento ad uno o più edifici scolastici di cui è proprietario o rispetto al quale abbia la competenza.

Interventi finanziati

Erano ammesse a finanziamento le indagini e le verifiche relative sia a elementi strutturali, sia ad elementi non strutturali dei solai e controsoffitti.

L’importo massimo del contributo per le indagini e le verifiche relative agli elementi non strutturali e strutturali con riferimento a ciascun edificio scolastico era:

  • 7.000 euro per le scuole del primo ciclo di istruzione (infanzia, primaria e scuola secondaria di primo grado);
  • 10.000 euro per le  scuole del secondo ciclo di istruzione (scuole secondarie di secondo grado).

Le indagini dovranno essere affidate a soggetti qualificati nel rispetto delle disposizioni di cui al dlgs del18 aprile 2016, n. 50.

Non sono ammesse a finanziamento indagini e verifiche relative a edifici non censiti nell’Anagrafe nazionale dell’edilizia scolastica (SNAES).

Selezione

Le candidature sono state selezionate sulla base dei seguenti criteri:

  • vetustà degli immobili con particolare riferimento agli edifici costruiti prima del 1970 (max 15 punti);
  • zona sismica (max 6 punti);
  • popolazione scolastica coinvolta (max 20 punti);
  • tipologia costruttiva dei solai (max 30 punti);
  • presenza di controsoffitto (max 10 punti);
  • lunghezze delle nervature dei solai > 7 metri, al netto della struttura portante (max 4 punti);
  • assenza di finanziamento negli ultimi cinque anni per interventi strutturali o per indagini diagnostiche (max 10 punti);
  • eventuale quota di cofinanziamento (max 5 punti).

 

Clicca qui per scaricare il bando del MIUR

Clicca qui per scaricare le graduatorie

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *