prevenzione-e-sicurezza-microclima-illuminazione

Microclima e illuminazione, la guida ai rischi negli ambienti di lavoro

Microclima e illuminazione nei luoghi di lavoro: cosa sono, cosa richiede il dlgs 81/2008, le misure di prevenzione e protezione nella guida Anfos

Tra i rischi fisici presenti sui luoghi di lavoro sono compresi il rischio da microclima e da illuminazione.

Al fine di sensibilizzare i lavoratori in tema di sicurezza, formazione e prevenzione, l’Anfos ha pubblicato l’opuscolo Microclima e illuminazione negli ambienti di lavoro.

Si tratta di una serie di opuscoli informativi e di approfondimento a tema per i lavoratori.

Nell’opuscolo in esame, l’Anfos fa una valutazione dei rischi che possono scaturire da una non idonea illuminazione e da un microclima non adeguato.

In particolare, nel documento viene analizzato:

  • cos’è il microclima/illuminazione
  • perché è importante che ci siano condizioni microclimatiche/illuminazione adeguate in un ambiente di lavoro
  • cosa richiede il dlgs 81/2008 per tutelare il lavoratore
  • misure di prevenzione e protezione

Rischio microclima

Cos’è
Il microclima è l’insieme dei fattori fisici ambientali (temperatura dell’aria, temperatura media radiante, velocità dell’aria, umidità relativa) che insieme ai parametri quali attività metabolica ed abbigliamento caratterizzano gli scambi termici tra ambiente e lavoratori.

Come indicato nel documento, in base alle condizioni microclimatiche, gli ambienti di lavoro si distinguono in:

  • ambienti moderati, in cui si possono raggiungere condizioni di comfort
  • ambienti severi caldi/freddi, in cui tali condizioni non possono essere garantite e pertanto ci si deve preoccupare di assicurare la salute e la sicurezza del lavoratore

La valutazione del microclima è un elemento molto importante: le situazioni di disagio all’interno dei luoghi di lavoro legate alle condizioni microclimatiche (livelli di temperatura, umidità, correnti e sbalzi d’aria) possono avere un impatto negativo sia sulla salute fisica che sul benessere psicologico dei lavoratori.

In riferimento alla valutazione del rischio da microclima, l’Anfos indica quanto richiesto dal dlgs 81/2008, titolo VIII, allegato IV, circa:

  • obblighi del datore di lavoro
  • sorveglianza sanitaria
  • informazione e formazione dei lavoratori
  • utilizzo dei dispositivi di protezione individuale

In merito alle misure di prevenzione e protezione da adottare viene consigliato di:

  • consentire la circolazione di area salubre mediante aperture il più possibile naturali o mediante  impianti di areazione
  • evitare soleggiamento eccessivo dell’ambiente di lavoro
  • mantenere temperatura e umidità nei limiti compatibili con le attività svolte

Rischio da illuminazione

Un’illuminazione inadeguata per intensità o per posizione delle fonti di luce, può provocare diversi disturbi, quali stanchezza visiva e stati di malessere.

Pertanto, una corretta illuminazione è fondamentale sia nella prevenzione degli infortuni che per la produttività dell’azienda, in quanto agisce positivamente sullo stato di benessere individuale.

L’illuminazione di un ambiente di lavoro deve essere tale da soddisfare le esigenze fondamentali dei lavoratori, quali:

  • buona visibilità
  • confort visivo
  • sicurezza

Nell’opuscolo Anfos viene poi indicato quanto previsto dal dlgs 81/2008 in merito a:

  • obblighi in capo al datore di lavoro
  • informazione e formazione

Infine, per quanto riguarda le misure di protezione si parla di:

  • illuminazione naturale
  • illuminazione artificiale
  • illuminazione sussidiaria

 

Clicca qui per scaricare opuscolo Anfos

Clicca qui per conoscere CerTus-LdL

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *