Linee guida sulla valutazione di impatto ambientale e tutela della biodiversità

Linee guida sulla valutazione di impatto ambientale Lombardia : obbligatoria la valutazione della componente ambientale biodiversità

La Regione Lombardia ha pubblicato, con delibera regionale del 12 settembre 2016, n. X/5565 le

Linee guida per la valutazione e tutela della componente ambientale biodiversità nella redazione degli studi di impatto ambientale e degli studi preliminari ambientali e a supporto delle procedure di valutazione ambientale

Quando si parla di biodiversità ci si riferisce generalmente alla diversità delle differenti specie in un determinato ambiente; si tratta della varietà degli esseri viventi che popolano la Terra e si misura a livello di geni, di specie, di popolazioni e di ecosistemi.

Linee guida, scopo e contenuti

Le linee guida hanno lo scopo di fornire una metodologia di valutazione e mitigazione a tutela delle risorse naturali, biodiversità, implementando azioni di tutela fin dagli stadi iniziali della progettazione, ossia negli studi:

  • di impatto ambientale
  • preliminari ambientali

Per tutti gli studi ambientali relativi a progetti assoggettati a VIA o a verifica di assoggettabilità a VIA sarà necessario redigere un apposito capitolo relativo alla componente ambientale biodiversità.

Questo quanto stabilito nel documento applicabile al territorio lombardo, ma di riferimento per l’intero territorio nazionale.

In particolare, le linee guida specificano in che modo le nuove regole si applicano ai procedimenti ambientali in corso di svolgimento e forniscono una proposta metodologica per:

  • la redazione dei documenti tecnici atti alla valutazione e tutela della biodiversità negli studi di valutazione ambientale di verifica di assoggettabilità
  • la valutazione, da parte dell’ Autorità competente per la VIA e la Verifica, della documentazione elaborata dal proponente
  • la mitigazione/compensazione ambientale degli impatti generati sulla biodiversità, comprese le azioni di monitoraggio e controllo

Nel dettaglio, dopo le definizioni e i riferimenti normativi iniziali, ecco quanto analizzato nel documento:

  • obiettivi e finalità
  • ambito di applicazione
  • metodologia
  • caratterizzazione del contesto ambientale
  • valutazione degli impatti da parte del proponente
  • valutazione della documentazione depositata a tutela della bioversità
  • mitigazione degli impatti
  • compensazione ambientale degli impatti
  • monitoraggio e controlli

Chiude la pubblicazione un allegato contenente la check list di caratterizzazione del contesto ambientale in capo al proponente.

 

Clicca qui per scaricare le linee guida Lombardia

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *