Come si redige una “Sintesi non tecnica” di valutazione ambientale? Le linee guida del Minambiente

VIA, dal Ministero la guida con le indicazioni per la redazione della Sintesi non tecnica per una facile comprensione da parte del pubblico non esperto

Al fine di garantire una maggiore trasparenza nella presentazione dei progetti e dei relativi Studi di Impatto Ambientale (SIA), il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare ha pubblicato le:

Linee guida per la predisposizione della Sintesi non Tecnica dello Studio di Impatto Ambientale.

Il documento consente la predisposizione del riassunto non tecnico (Sintesi non Tecnica) che deve essere presentato nell’ambito dei procedimenti di valutazione ambientale per garantire una efficace comprensione del progetto e dei suoi potenziali effetti ambientali.

Sintesi non Tecnica, cos’è

La Sintesi non Tecnica, SNT, è il documento finalizzato a divulgare i principali contenuti dello Studio di Impatto Ambientale, al fine di rendere più comprensibili al pubblico i contenuti dello Studio (generalmente complessi e di carattere prevalentemente tecnico e specialistico).

In pratica, la SNT:

  • contiene una sintetica ma completa descrizione del progetto, del contesto ambientale, degli effetti del progetto sull’ambiente, delle misure di mitigazione e di monitoraggio previste
  • evidenzia le eventuali incertezze significative riguardanti il progetto e i suoi effetti ambientali
  • illustra l’iter autorizzativo del progetto e il ruolo della VIA
  • fornisce una panoramica degli approcci utilizzati per la valutazione
  • è scritta in linguaggio non tecnico, evitando termini tecnici, dati di dettaglio e discussioni scientifiche
  • è comprensibile al pubblico

Linee guida, obiettivi e contenuti

Il documento contiene le indicazioni generali per la predisposizione dei contenuti della Sintesi non Tecnica dello Studio di Impatto Ambientale nei processi di Valutazione di Impatto Ambientale, VIA, che interessano anche i professionisti responsabili della relazione.

Al fine di migliorare la qualità dell’informazione ambientale e di sensibilizzare l’attenzione delle comunità locali sugli aspetti ambientali connessi ai processi di trasformazione del territorio, la guida evidenzia i temi più significativi e le modalità di elaborazione per la redazione della Sintesi non Tecnica dello Studio di Impatto Ambientale (SNT), attraverso l’elaborazione di standard minimi di qualità.

La guida, indirizzata per lo più ai non esperti delle tematiche trattate, ha il duplice obiettivo di rendere la SNT di più facile comprensione da parte di un pubblico non esperto, nonché di agevolarne la riproduzione.

Ecco una sintesi dei contenuti presenti nelle linee guida:

  • studio, analisi e valutazione di casi, selezionati tra i più rappresentativi per caratteristiche innovative, su un campione di SNT italiane ed europee, relative a progetti di diversa tipologia
  • un indice-tipo della SNT per organizzare i contenuti principali del documento nell’ambito di una struttura redazionale omogenea
  • schede redazionali per l’elaborazione dei contenuti

Schede redazionali

Le schede proposte nel documento forniscono indicazioni generali e fungono pertanto da lista di controllo dei principali argomenti/informazioni che la SNT dovrà contenere. In particolare:

  • Localizzazione e caratteristiche del progetto
  • Motivazione dell’opera
  • Alternative valutate e soluzione progettuale proposta
  • Caratteristiche dimensionali e funzionali del progetto
  • Stima degli impatti ambientali, misure di mitigazione di compensazione e di monitoraggio

 

Clicca qui per scaricare la guida

Clicca qui per conoscere Praticus-TA, il software ACCA per i titoli abilitativi

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *