parere al CSLP

Linee Guida per la richiesta del parere del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici

Il Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici ha redatto le linee guida per le richieste dei pareri preventivi, che deve rilasciare, così come previsto dal Codice appalti e dallo Sblocca cantieri

Il 25 ottobre l’Assemblea Generale del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici ha approvato le  “Linee Guida per la presentazione dei progetti per l’esame e parere del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici”.

Le Linee Guida sono state elaborate in seguito alle modifiche al Codice appalti introdotte con la Legge n.55/2019 (Sblocca Cantieri), di conversione del dl n. 32/2019, avente, come noto, per oggetto “disposizioni urgenti per il rilancio del settore dei contratti pubblici, per l’accelerazione degli interventi infrastrutturali, di rigenerazione urbana e di ricostruzione a seguito di eventi sismici”.

Lo scopo delle Linee Guida è quello di fornire uno strumento utile per la corretta redazione e presentazione, da parte delle Amministrazioni proponenti, dei progetti per i quali è previsto, per legge, l’esame e il parere del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici, in modo tale da consentire anche un più agevole esame dei progetti stessi, rispettando la tempistica stabilita dalla legge per l’espressione del citato parere.

Campo di applicazione

Secondo quanto stabilito:

  • dall’art. 215, commi 3 e 5, del dlgs n.50/2016 (Codice dei contratti pubblici);
  • dall’art 1, commi 7 e 8, della Legge n.55/2019 (Legge di conversione del decreto legge n.32/2019 – Sblocca cantieri);

il Consiglio superiore dei lavori pubblici esprime parere obbligatorio sui progetti definitivi di lavori pubblici:

  • di competenza statale, o comunque finanziati per almeno il 50 per cento dallo Stato;
  • di importo superiore a 50 milioni di euro (75 milioni di euro fino al 31/12/2020);
  • sui progetti delle altre stazioni appaltanti che siano pubbliche amministrazioni, sempre superiori a tale importo, ove esse ne facciano richiesta.

Per i lavori pubblici di importo inferiore a 50 milioni di euro (75 milioni di euro fino al 31/12/2020), le competenze del Consiglio superiore sono esercitate dai comitati tecnici amministrativi presso i Provveditorati interregionali per le opere pubbliche.

Inoltre, secondo quanto stabilito dall’art. 1,della Legge n.55/2019:“Il Consiglio superiore dei lavori pubblici, in sede di espressione di parere, fornisce anche la valutazione di congruità del costo”.

Modalità di presentazione

La stazione appaltante invia, tramite PEC, al Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici l’elaborato progettuale accompagnato da:

  • una lettera di presentazione, firmata digitalmente, contenente la denominazione del progetto, i riferimenti normativi ai sensi dei quali viene richiesto il parere, l’indicazione ed i riferimenti utili dei referenti della stazione appaltante (email/tel., etc.), del Responsabile unico del procedimento (RUP) e del progettista; nella lettera, la stazione appaltante deve altresì dichiarare che i documenti presentati sono conformi a quanto indicato nelle presenti linee guida;
  • evidenza dell’avvenuto pagamento della quota di cui al D.L. 30/11/2005, n. 245, convertito con la Legge 27/01/2006, n. 21;
  • una relazione istruttoria a firma del Responsabile unico del procedimento (RUP), che deve a sua volta contenere almeno i seguenti elementi:
    • codice unico di progetto (CUP);
    • descrizione sintetica dell’intervento;
    • aspetti programmatici dell’intervento;
    • fonti e forme di finanziamento dell’intervento;
    • iter autorizzativo per la realizzazione dell’intervento ed eventuali autorizzazioni già acquisite o richieste;
    • quadro normativo di riferimento;
    • cronoprogramma previsto per la realizzazione dell’intervento;
    • quadro economico e relazione sugli aspetti economici (vedi successivo punto B);
    • indicazione delle procedure per la scelta del contraente, eventualmente già determinate;
    • ogni altra informazione ritenuta utile per una compiuta descrizione dell’intervento.

Il termine entro cui deve essere reso il parere del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici, 45 giorni (sino al 31/12/2020), o 30 giorni in caso di richiesta di parere di sola congruità economica, decorrerà dalla data di arrivo al CSLP di tutti i documenti citati.

Aspetti tecnici

Il documento del CSLP si sofferma inoltre sui seguenti aspetti tecnici dei progetti definitivi:

  1. aspetti generali;
  2. aspetti economici;
  3. aspetti autorizzativi;
  4. aspetti geologici e geotecnici;
  5. aspetti idrologici e idraulici;
  6. aspetti viari e trasportistici;
  7. aspetti strutturali;
  8. aspetti impiantistici, energetici e di sicurezza antincendio.

 

primus
primus

 

Clicca qui per scaricare le linee guida del CSLP


Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *