Legittima l’esclusione dalla gara delle imprese che non pagano la TARSU

Il Consiglio di Stato (sentenza n. 7836/2003) afferma che è legittima l’esclusione dalle gara d’appalto delle imprese non in regola col pagamento di imposte e tasse …

Il Consiglio di Stato (sentenza n. 7836/2003) afferma che è legittima l’esclusione dalle gara d’appalto delle imprese non in regola col pagamento di imposte e tasse (il caso esaminato era relativo al mancato pagamento della Tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani), salvo che l’impresa abbia fatto ricorso davanti al giudice tributario – con correlata richiesta di sospensione cautelare – contro il titolo esattoriale.
L’esclusione di tali imprese è infatti da ritenersi legittima in virtù dell’art. 12 D.Lgs. 157/1995 “Attuazione della direttiva 92/50/CEE in materia di appalti pubblici di servizi”; nel caso in cui, tuttavia, l’impresa abbia proposto ricorso innanzi alla competente commissione tributaria, avvalendosi della facoltà di richiedere la sospensione del pagamento fino alla pronuncia della stessa commissione, viene a mancare la sussistenza della causa di esclusione.

Documento Dimensione Formato
Sentenza 7836/2003 del Consiglio di Stato 43 Kb ACCAreader

Attenzione: Per la visualizzazione del file in formato ACCAreader si richiede la presenza sul sistema di: ACCAreader ver. 5.00
Clicca sull’ immagine per effettuare gratuitamente il download del programma.

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *