Legge di Bilancio 2020, il testo del ddl al Senato

Legge di Bilancio 2020 novità per imprese, professioni, famiglie, tasse, pensioni, lavoro: dal bonus facciate, proroga agevolazioni edilizie alla lotta all’evasione

Dopo l’approvazione del Consiglio dei Ministri, nella riunione n. 09 del 15 ottobre 2019, della legge di Bilancio 2020 (e con essa anche del decreto fiscale), il testo è stato inviato (il 2 novembre) al Senato, dando così il via ufficiale all’iter parlamentare che porterà all’approvazione definitiva entro il 31 dicembre 2019.

Tante le novità: stop all’aumento IVA;  stop alla cedolare secca sugli affitti; stretta sul regime forfettario; previsto un ampio capitolo fiscale con proroghe alle agevolazioni edilizie; revisione detrazioni e nuove imposte (plastic tax, sugar tax, auto aziendali);taglio del cuneo fiscale con aumenti in busta paga per i lavoratori.

Ci sono, inoltre, norme per il lavoro, l’ambiente e la lotta all’evasione; nonché investimenti per la famiglia e la disabilità. Misure che consentono, quindi, di avviare le politiche contenute ed anticipate con la Nota di aggiornamento del Documento di economia e finanza.

Detrazioni fiscali per il 2020

Vengono prorogate a tutto il 2020 le seguenti detrazioni edilizie:

  • riqualificazione energetica (65%),
  • ristrutturazioni edilizie (50%);
  • bonus mobili (al 50%, fino a 10.000 euro).

Per il 2020 è previsto, inoltre, il “Bonus Facciate” il nuovo beneficio fiscale introdotto nella legge di Bilancio dal Ministro per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo, al fine di promuovere gli interventi di restauro e recupero delle facciate di palazzi e condomìni. Una misura che servirà a migliorare l’aspetto delle città italiane.

Si tratta di un credito di imposta del 90% sulle spese sostenute per il restauro ed il recupero delle facciate degli edifici, senza limiti di spesa, come previsto dall’art. 25 della legge di Bilancio 2020:

 All’articolo 16, comma l del decreto- legge 4 giugno 2013, n.63, convertito, con  modificazioni, dalla legge 3 agosto 2013, n .90, dopo il comma l è  inserito il seguente: «1.1 Per le spese documentate, sostenute nell’anno 2020, relative agli interventi edilizi, ivi inclusi quelli di manutenzione ordinaria, finalizzati al recupero o restauro della facciata degli edifici la detrazione dall’imposta lorda di cui al comma l è incrementata al 90 per cento. Non si  applicano i limiti massimi di spesa di cui al comma l del presente articolo e dei commi l e 3 de li’ articolo 16-bis del decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917 e successive modificazioni. Restano ferme le ulteriori disposizioni contenute nel suddetto articolo 16-bis.». 

L’agevolazione mira, quindi, alla riqualificazione del patrimonio edilizio nazionale ed al decoro urbano, con effetti sicuramente positivi anche per il settore edile. Infatti, come scrive il ministro Franceschini:

Nella legge di bilancio una norma coraggiosa che renderà più belle le città italiane. Con il Bonus Facciate un credito fiscale del 90% per chi rifà nel 2020 la facciata di casa o del condominio, in centro storico o in periferia, nelle grandi città o nei piccoli comuni.

Non c’è la proroga del bonus verde.

Tasse

Le detrazioni Irperf al 19% si applica solo se le spese sono state effettuate con pagamenti tracciabili, eccezion fatta per le detrazioni sanitarie.
Plastic tax: pari a 1 euro al chilo, su imballaggi e confezioni monouso in plastica. Le imprese dl settore che, invece, effettuano investimenti tecnologici per produrre manufatti biodegradabili compostabili hanno un credito d’imposta al 10%.

E’ prevista, poi, la sugar tax: imposta sulle bevande che contengono zuccheri, pari a 10 euro per ettolitro, oppure 0,25 euro al chilo per i prodotti predisposti ad essere utilizzati previa diluizione.

Anticipata al 2022 la deducibilità integrale IMU reddito d’impresa; nel 2020 la deducibilità è al 50% e sale al 60% nel 2021. Accorpamento IMU-TASI per tutti i proprietari di immobili; rimane l’esenzione per la prima casa.

La cedolare secca resta al 10% sugli affitti a canone concordato.

Lavoro

Prende il via un percorso di diminuzione strutturale della pressione fiscale sul lavoro e di riforma complessiva del regime Irpef per tutti i lavoratori dipendenti: già dal 2020 si riduce il cuneo fiscale a carico dei lavoratori, con l’istituzione di un fondo, 3 miliardi di euro per il 2020 e 5 mld l’anno successivo.

In merito alle assunzioni agevolate continua ad applicarsi agli under 35 per tutto il 2020 (e non solo fino ai 30 anni) l’esonero contributivo al 50%, fino a un tetto di 3.000 euro, previsto dalla manovra 2018 per le assunzioni di giovani.

Diventa più oneroso per il dipendente il possesso dell’auto aziendalenel reddito Irpef del lavoratore confluisce il 60% (e non più il 30% del fringe benefit), il valore convenzionale del costo chilometrico.

Per i buoni pasto, invece, la detassazione scende a 4 euro per i buoni cartacei ma sale ad 8 euro per quelli digitali.

Piano Cashless

Prevista la realizzazione di un piano finalizzato ad aumentare i pagamenti elettronici predisponendo, inoltre:

  • l’introduzione di un super bonus da riconoscersi all’inizio del 2021 in relazione alle spese effettuate con strumenti di pagamento tracciabili nei settori in cui è ancora molto diffuso l’uso del contante;
  • l’istituzione di estrazioni e premi speciali per le spese pagate con moneta elettronica;
  • le sanzioni per la mancata accettazione dei pagamenti con carte di credito o bancomat.

Imprese e innovazione

Si stanziano le risorse necessarie a proseguire gli incentivi del programma “Industria 4.0” per sostenere gli investimenti privati e favorire il rinnovo dei sistemi produttivi. Tra questi:

Fra le altre misure per le imprese: torna l’ACE, aiuto alla crescita economica, con coefficiente nozionale pari a 1,3%, previsto un nuovo Piano Made in Italy, e un pacchetto di misure per il Sud.

Investimenti pubblici e privati e ambiente

Prevista l’istituzione di 2 nuovi fondi:

  • uno per finanziare gli investimenti dello Stato e degli enti territoriali;
  • uno per contribuire (con garanzie, debito o apporto di capitale di rischio) alla realizzazione di investimenti privati sostenibili nell’ambito del green new deal.

Alle suddette risorse vanno, inoltre, aggiunte quelle relative al sostegno degli investimenti privati sotto forma di contributi e di incentivi.

Mezzogiorno

Vengono destinate risorse ad interventi per incentivare gli investimenti delle imprese, alle infrastrutture sociali e al risparmio energetico nelle regioni del Mezzogiorno.

Contratti pubblici

Sono stati aumentati gli stanziamenti del triennio 2019-2021 per il rinnovo dei contratti del pubblico impiego del comparto Stato.

Lotta all’evasione

Al fine di contrastare l’evasione e le frodi fiscali in più settori è previsto:

  • un inasprimento delle pene per i grandi evasori;
  • l’introduzione di misure per contrastare l’illecita somministrazione di manodopera e l’aggiramento della normativa contrattuale in tema di appalti da parte di cooperative o imprese fittizie;
  • il rafforzamento di misure contro le frodi nel settore dei carburanti;
  • il rafforzamento al contrasto all’evasione e all’illegalità nel settore dei giochi, attraverso l’istituzione del registro unico degli operatori del gioco pubblico e il blocco dei pagamenti per i soggetti che operano dall’estero senza concessione, anche attraverso l’istituzione dell’agente sotto copertura.

Famiglie

Vengono destinate ulteriori ingenti risorse agli interventi per la famiglia, che saranno oggetto di un piano di razionalizzazione e semplificazione.

Salute

A partire dalla seconda metà del 2020 è prevista la cancellazione del superticket nella sanità ed un incremento delle risorse per il sistema sanitario nazionale, destinate comunque ad aumentare nel prossimo triennio.

Previdenza e welfare

Prevista la conferma del sussidio economico che accompagna alla pensione le categorie di lavoratori da tutelare (cosiddetta APE Social) e la possibilità per le lavoratrici pubbliche e private di andare in pensione anticipata anche per il 2020 (la cosiddetta Opzione Donna).

Canone RAI

Confermata anche per il 2020 l’esenzione dal canone RAI per gli anziani a basso reddito.

Persone diversamente abili

Vengono stanziate risorse necessarie all’attuazione della delega per le politiche di sostegno alle persone diversamente abili.

Previste anche nuove risorse in 3 distinti fondi:

  • la tutela del diritto al lavoro;
  • l’assistenza;
  • le esigenze di mobilità.

Rimaniamo in attesa della pubblicazione del testo in Gazzetta Ufficiale, per essere poi convertito in legge entro 60 giorni.

 

primus
primus

Clicca qui per scaricare il testo del ddl di bilancio 2020 presentato al Senato


Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *