Le risposte ai quesiti sul Testo Unico della Sicurezza

Il decreto legislativo 81/2008, per la sua intrinseca rilevanza e per un molteplicità di ulteriori motivi, è oggetto di un vivace dibattito non ancora esaurito a più di un anno dalla sua pubblicazione.
Al fine di fornire un contributo alla necessità di approfondimento sulla materia, la Regione Piemonte ha raccolto i quesiti e le richieste di chiarimento pervenuti in un opuscolo, disponibile sul sito della stessa Regione.

Il Decreto Legislativo 81/08 è intervenuto sulla materia della salute e sicurezza sul lavoro riordinando numerose disposizioni che sono state emanate nell’arco degli ultimi sessant’anni in un unico testo normativo e introducendo anche una serie di novità.
Il decreto legislativo 81/2008, per la sua intrinseca rilevanza e per un molteplicità di ulteriori motivi, è oggetto di un vivace dibattito non ancora esaurito a più di un anno dalla sua pubblicazione.
Al fine di fornire un contributo alla necessità di approfondimento sulla materia, la Regione Piemonte ha raccolto i quesiti e le richieste di chiarimento pervenuti in un opuscolo, disponibile sul sito della stessa Regione.
L’opuscolo, dal titolo “QUESITI SUL DECRETO LEGISLATIVO 81/08”, raccoglie in 23 pagine le risposte a 34 domande inerenti le seguenti questioni:

  • Applicazione generale del decreto 81/08 – Titolo I
  • Luoghi di lavoro, macchine e DPI – Titolo II e III
  • Cantieri – Titolo IV
  • Segnaletica di sicurezza, movimentazione manuale dei carichi, videoterminali – Titoli V, VI, VII
  • Agenti fisici, sostanze pericolose, agenti biologici,protezione da atmosfere esplosive – Titoli VIII, IX, X, XI

Clicca qui per scaricare l’opuscolo “QUESITI SUL DECRETO LEGISLATIVO 81/08”

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *