LE NUOVE SANZIONI

Le sanzioni, con il nuovo Testo Unico, risultano fortemente inasprite rispetto alla normativa previgente.

Uno dei punti più discussi del nuovo Testo Unico è certamente quello relativo alle sanzioni, che risultano fortemente inasprite rispetto alla normativa previgente.
Rispetto a quanto previsto dal D.Lgs. 494/1996, infatti, gli importi delle ammende sono all’incirca triplicati.
Basti pensare che per i committenti e i responsabili dei lavori l’art. 157 del nuovo Testo Unico prevede, a seconda delle inadempienze, l’arresto da 2 a 6 mesi o un’ammenda da 1.250 a 10.000 euro.
Per i coordinatori, invece, l’art. 158 prevede sanzioni pecuniarie da 1.250 a 12.000 euro o l’arresto da 2 a 6 mesi.
Datori di lavoro, dirigenti e preposti
rischiano (art. 159) ammende da 1.250 a 12.000 euro o l’arresto fino a 6 mesi.
Mano pesante anche per i lavoratori (art. 160):

  • per i lavoratori autonomi è previsto l’arresto fino a 2 mesi o sanzioni amministrative fino a 5000 euro;
  • i lavoratori dipendenti rischiano fino a 2 mesi di arresto o multe sino a 600 euro.
Documento Dimensione Formato
Decreto Legislativo 9 aprile 2008, n. 81 567 Kb PDF
Allegati 8,07 Mb PDF
 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *