Struttura in legno

Le nuove istruzioni sulla progettazione, esecuzione e controllo delle strutture in legno

Il CNR ha pubblicato le nuove DT 206-R1 (Istruzioni per la progettazione, l’esecuzione ed il controllo delle strutture di legno). Il documento è in consultazione fino al 15 luglio 2018

Nel 2007 il CNR (Consiglio Nazionale delle Ricerche) ha pubblicato il documento DT 206/2007 contenente le “Istruzioni per la Progettazione, l’Esecuzione ed il Controllo delle Strutture di Legno”.

Il documento aveva lo scopo di fornire un contributo tecnico agli operatori impegnati nelle varie fasi della costruzione di strutture di legno, in linea con le conoscenze più avanzate del settore. Il documento, nel corso del tempo è diventato uno strumento indispensabile per i tecnici del settore.

Dal 2007 ad oggi il settore delle costruzioni si è evoluto, così come è avvenuto anche per il quadro normativo. Per rispondere alle nuove esigenze del settore, dunque, il CNR ha aggiornato e ampliato le istruzioni, pubblicando una nuova linea guida, denominata DT 206 R1.

Sottolineiamo che le Istruzioni CNR, per loro genesi e natura, non sono norme cogenti, ma rappresentano soltanto un ausilio offerto ai tecnici impegnati nella progettazione delle strutture di legno.

Il Documento Tecnico DT 206-R1 è sottoposto ad inchiesta pubblica fino al 15/07/2018: si possono fornire contributi a questo indirizzo e-mail.

DT 206-R1, struttura del documento

Il documento è così strutturato:

  • SIMBOLOGIA e  DEFINIZIONI
  • CAMPO D’APPLICAZIONE
  • RIFERIMENTI NORMATIVI
  • MATERIALI E PRODOTTI
  • PROPRIETÀ DEL MATERIALE
    • Resistenze, moduli elastici, massa volumica
    • Umidità del materiale
    • Variazioni termiche
    • Viscosità
  • PRODOTTI
    • Legno massiccio con sezioni rettangolari
    • Prodotti derivati dal legno
    • Elementi monodimensionali (travi)
    • Legno massiccio incollato (con giunti a dita)
    • Legno lamellare incollato
    • Elementi in micro-lamellare
    • Elementi bidimensionali (pannelli)
    • Pannelli di legno massiccio (SWP)
    • Pannelli di tavole incrociate (X-lam o CLT)
    • Pannelli a base di legno (compensato, OSB, MDF, ecc.)
    • Pannelli in micro-lamellare stratificati e compensati (LVL)
  • MATERIALI COMPLEMENTARI
  • ADESIVI
    • Adesivi per elementi incollati in stabilimento
    • Adesivi per incollaggi da realizzare in cantiere
  • ELEMENTI MECCANICI DI COLLEGAMENTO
  • ELEMENTI, TIPOLOGIE E SISTEMI STRUTTURALIELEMENTI STRUTTURALI
    • Travi e colonne
    • Travi di forma particolare
    • Travi e colonne composte
    • Pannelli
  • TIPOLOGIE STRUTTURALI
    • Solai
    • Pareti
    • Travature reticolari
    • Archi
    • Telai
  • CNR-DT 206 R1/2018
    • SISTEMI STRUTTURALI
    • Sistemi strutturali per edifici
    • Edifici a telai leggeri irrigiditi
    • Edifici a pareti di tavole incrociate (X-lam)
    • Edifici a telai pesanti
    • Edifici tipo “Blockhaus”
  • CRITERI E REGOLE DI PROGETTAZIONE
  • AZIONI DI CALCOLO E CLASSI DI DURATA DEL CARICO
  • INFLUENZE AMBIENTALI E CLASSI DI SERVIZIO
  • RESISTENZE DI CALCOLO
  • METODI DI ANALISI E DI VERIFICA
  • STATI LIMITE DI ESERCIZIO
    • Spostamenti istantanei e finali
    • Scorrimento nelle unioni
    • Norme specifiche per elementi inflessi (travi)
    • Vibrazioni
  • STATI LIMITE ULTIMI PER GLI ELEMENTI STRUTTURALI
    • Travi e colonne
    • Verifiche di resistenza
    • Trazione parallela alla fibratura
    • Trazione perpendicolare alla fibratura
    • Compressione parallela alla fibratura
    • Compressione perpendicolare alla fibratura
    • Compressione inclinata rispetto alla fibratura
    • Flessione
    • Tensoflessione
    • Pressoflessione
    • Taglio
    • Torsione
    • Taglio e torsione
    • Verifiche di stabilità
    • Elementi inflessi (Instabilità di trave)
    • Elementi compressi (Instabilità di colonna)
    • Elementi presso-inflessi (Instabilità composta di trave e di colonna)
    • Travi di forma particolare
    • Travi ad altezza variabile e travi curve
    • Travi a semplice rastremazione
    • Travi a doppia rastremazione
    • Travi curve .
    • Travi con intagli o rastremazioni d’estremità
    • Travi con forature d’anima
    • Travi e colonne composte
    • Travi composte con connessioni meccaniche
    • Travi incollate
    • Travi incollate con anima sottili
    • Travi incollate con ali sottili
    • Colonne composte
  • COLLEGAMENTI .
  • COLLEGAMENTI DI CARPENTERIA
    • Tipologie di collegamenti
    • Resistenza dei collegamenti
  • COLLEGAMENTI CON MEZZI DI UNIONE METALLICI A GAMBO CILINDRICO
    • Definizioni
    • Requisiti dei mezzi di unione
    • Collegamento con mezzi di unione multipli
    • Collegamenti con piani di taglio multipli
    • Forze di connessione inclinate rispetto alla fibratura
    • Forze di connessione alternate
    • Resistenza dei collegamenti
    • Collegamenti soggetti a sollecitazioni taglianti
    • Capacità portante di unioni legno-legno e pannello-legno
    • Capacità portante di unioni acciaio-legno
    • Rigidezza della connessione
    • Collegamenti con chiodi
    • Collegamenti con chiodi sollecitati da azioni taglianti
    • Unioni legno-legno con chiodi
    • Unioni pannello-legno con chiodi
    • Unioni acciaio-legno con chiodi
    • Collegamenti con chiodi soggetti a sollecitazioni assiali
    • Collegamenti con chiodi soggetti a sollecitazioni combinate taglianti ed assiali
    • Collegamenti con cambrette e graffe
    • Collegamenti con bulloni
    • Collegamenti con bulloni sollecitati da azioni taglianti
    • Unioni legno-legno e acciaio legno
    • Unioni pannello-legno
    • Collegamenti con bulloni soggetti a sollecitazioni assiali
    • Collegamenti con bulloni soggetti a sollecitazioni combinate taglianti ed assiali
    • Collegamenti con spinotti metallici
    • Collegamenti con viti
    • Collegamenti con viti sollecitati da azioni taglianti
    • Collegamenti con viti sollecitate da azioni assiali
    • Collegamenti con viti sollecitati da azioni combinate taglianti ed assiali
    • Disposizioni costruttive per collegamenti realizzati con mezzi di unione metallici a gambo cilindrico
    • Chiodi
    • Bulloni e rondelle
    • Spinotti
    • Viti
  • COLLEGAMENTI CON MEZZI DI UNIONE SPECIALI DI TIPO AD ANELLO, A
  • CAVIGLIA O A PIASTRA DENTATA
    • Collegamenti con mezzi di unione ad anello o a cavigliasoggette a sollecitazioni taglianti
    • Calcolo della capacità portante
  • CNR-DT 206 R1/2018
    • Numero efficace
    • Collegamenti con mezzi di unione a piastra dentata soggetti a sollecitazioni taglianti
    • Calcolo della capacità portante
    • Spaziature
    • Numero efficace
  • COLLEGAMENTI INCOLLATI
    • Collegamenti con elementi metallici incollati
    • Resistenza dei collegamenti
    • Resistenza di collegamenti con barre incollate
    • Collegamenti con barre soggette a sollecitazione parallela al proprio asse
    • Unioni con barre soggette a sollecitazione ortogonale al proprio asse
    • Verifiche in esercizio per barre incollate sollecitate ortogonalmente al proprio asse
    • Unione con barre soggette a sollecitazioni combinate
    • Resistenza di connessioni con piastre metalliche incollate
    • Resistenza caratteristica
    • Disposizioni costruttive
  • RIGIDEZZA DELLE UNIONI
  • CONNESSIONI TRAVE IN LEGNO-SOLETTA IN C.A.
    • Resistenza e deformabilità di connessioni con spinotti
    • Resistenza a deformabilità di connessioni realizzate con denti di calcestruzzo
    • Resistenza e deformabilità di connessioni realizzate con altri sistemi
  • REGOLE SPECIFICHE PER LE TIPOLOGIE E I SISTEMI STRUTTURALI
  • TIPOLOGIE STRUTTURALI
    • Travature reticolari
    • Archi
    • Telai
    • Controventature
    • Controventature orizzontali: diaframmi per tetti e solai
    • Controventature verticali: diaframmi per pareti
    • Azioni sulle controventature
    • Aste rettilinee compresse
    • Travi inflesse
    • Sistemi di travi parallele (ad anima piena o travature reticolari)
  • SISTEMI STRUTTURALI
    • Sistemi strutturali per edifici
    • Edifici a telai leggeri irrigiditi
    • Edifici a pareti di tavole incrociate
    • Edifici a telai pesanti
    • Edifici tipo “blockhaus”
  • PROGETTAZIONE PER LE AZIONI SISMICHE
  • AZIONI
  • COMPORTAMENTO DEI SISTEMI STRUTTURALI
  • CNR-DT 206 R1/2018
  • COMPORTAMENTO PLASTICO, FATTORI DI STRUTTURA, CLASSI DI DUTTILITA’ E GERARCHIA DELLE RESISTENZE
  • ANALISI STRUTTURALE
  • VERIFICHE ALLO SLV
  • VERIFICHE ALLO SLE (SLD)
  • PROGETTAZIONE PER LA DURABILITA’
  • REQUISITI DI DURABILITÀ NATURALE DEL LEGNO E DEI MATERIALI DERIVATI DAL LEGNO
  • PROVVEDIMENTI PER INCREMENTARE LA DURABILITÀ
  • RESISTENZA ALLA CORROSIONE
  • ROBUSTEZZA STRUTTURALE
  • COMPORTAMENTO AL FUOCO
  • RESISTENZA DI UN ELEMENTO LIGNEO ESPOSTO AL FUOCO
  • RESISTENZA DI UN COLLEGAMENTO ESPOSTO AL FUOCO
  • REGOLE DI ESECUZIONE
  • CONTROLLI SULLA PROGETTAZIONE
  • CONTROLLI DURANTE LA COSTRUZIONE E PROVE DI CARICO
    • Controlli di accettazione
    • Prove di carico
  • STRUTTURE ESISTENTI
  • APPENDICI
  • APPENDICE A – PROFILI PRESTAZIONALI
  • APPENDICE B – COEFFICIENTI PER LA VALUTAZIONE DELLE RESISTENZE DI
  • CALCOLO
  • APPENDICE C – COEFFICIENTI PER LE VALUTAZIONI DI DEFORMABILITÀ
  • APPENDICE D – NORMATIVE DI RIFERIMENTO
  • APPENDICE E – METODO GAMMA PER IL CALCOLO DELLE TRAVI COMPOSTE CON CONNESSIONE MECCANICA DEFORMABILE
  • APPENDICE F – ESEMPI DI CALCOLO
    • Trave di copertura inclinata
    • Trave di copertura controventata
    • Unione bullonata acciaio – legno – acciaio
    • Colonna soggetta a sforzo normale e momento flettente
    • Progetto-verifica di un solaio misto in legno lamellare-soletta in calcestruzzo

 

Clicca qui per scaricare in documento del CNR

Clicca qui per conoscere EidLus-LG, il software per il calcolo delle strutture in legno

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *