Le istruzioni dell’INPS per usufruire della riduzione contributiva dell’11,50% in edilizia

Il Decreto del Ministero del Lavoro 4 ottobre 2010 ha confermato per l’anno 2010 la riduzione contributiva dell’11,50%, prevista per il settore edile.

Il Decreto del Ministero del Lavoro 4 ottobre 2010, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 290 del 13 dicembre 2010, ha confermato per l’anno 2010 la riduzione contributiva dell’11,50%, prevista per il settore edile (art. 29, comma 2, L. n. 341/95 e art. 1, comma 51,. L. n. 247/07).

Con la circolare n.7/11 l’Inps ha fornito le istruzioni operative per ottenere tale sgravio.
L’agevolazione consiste nella riduzione dell’11,5% sulla parte di contribuzione a carico dei datori di lavoro e interessa tutti i datori di lavoro che esercitano attività edili, individuate dai codici Istat dal 45.11 al 45.45.2, e che occupano operai, regolarmente iscritti in Cassa Edile, con un orario di lavoro di 40 ore settimanali (sono esclusi gli operai assunti con contratto di lavoro a tempo parziale).

La riduzione non spetta per quei lavoratori per i quali sono previste agevolazioni contributive ad altro titolo, come ad esempio assunzione dalle liste di mobilità o contratti di inserimento o reinserimento.
L’INPS ha inoltre precisato che i datori di lavoro, per beneficiare della riduzione contributiva, devono:

  1. possedere i requisiti per il rilascio del D.U.R.C.
  2. non devono aver riportato condanne passate in giudicato per la violazione di disposizioni in materia di sicurezza e salute nei luoghi di lavoro nel quinquennio precedente alla data di applicazione dell’agevolazione.

Per dimostrare l’assenza di condanne passate in giudicato e il possesso dei requisiti per il rilascio del D.U.R.C. anche da parte delle Casse Edili, i datori di lavoro sono tenuti ad inviare alla sede Inps competente territorialmente un’autodichiarazione redatta secondo il modello allegato (n. 3) della circolare n.115/2009.

Clicca qui per scaricare il testo della Circolare n. 7/2011 dell’INPS
Clicca qui per scaricare il modello di autodichiarazione

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *