Lavoro nero: diventa operativo il divieto per le imprese edili di stipulare contratti con le pubbliche amministrazioni

Il D.L. Bersani, all’art. 36 bis, prevede la possibilità che gli ispettori del ministero del lavoro adottino un provvedimento di sospensione dei lavori nell’ambito dei cantieri edili qualora riscontrino l’impiego di personale non risultante dalle scritture o da altra documentazione obbligatoria.

Il D.L. Bersani, all’art. 36 bis, prevede la possibilità che gli ispettori del ministero del lavoro adottino un provvedimento di sospensione dei lavori nell’ambito dei cantieri edili qualora riscontrino l’impiego di personale non risultante dalle scritture o da altra documentazione obbligatoria.
Il medesimo articolo prevede che tale provvedimento di sospensione sia notificato al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti affinché quest’ultimo possa adottare, nei confronti dell’impresa oggetto della sospensione, un provvedimento interdittivo alla contrattazione con le pubbliche amministrazioni ed alla partecipazione a gare pubbliche.
Con la Circolare 3 novembre 2006, n. 1733 il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti ha stabilito le modalità di attuazione di tale provvedimento di interdizione.
Nel citato documento, infatti, il Ministero chiarisce che il provvedimento di sospensione dei lavori adottato dal personale ispettivo del Ministero del Lavoro deve essere trasmesso ai provveditorati regionali ed interregionali alle opere pubbliche competente per territorio.
Tali strutture devono predisporre una relazione illustrativa da inviare alla Direzione Generale del Ministero; sarà quest’ultima ad adottare il summenzionato provvedimento di interdizione di durata pari alla durata della sospensione comminata dagli ispettori o al doppio della stessa (con un tetto massimo di due anni).

Documento Dimensione Formato
Testo della circolare 3 novembre 2006, n. 1733 del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti 58 Kb PDF
D.L. Bersani (D.L. 223/2006 convertito con L. 248/2006) 4,08 Mb PDF
 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *