Lavori in quota e caduta dall’alto, le nuove linee guida e check-list sulle scale portatili

La pubblicazione è corredata da una sintetica check-list dedicata all’utilizzo delle scale.

Nelle numerose analisi statistiche disponibili in letteratura, le cadute dall’alto si attestano sempre tra i primi posti degli infortuni gravi, soprattutto nei cantieri edili.
Al riguardo, la Regione Lombardia ha pubblicato le nuove “Linee Guida per l’utilizzo di Scale Portatili nei cantieri temporanei e mobili” con il Decreto 5 marzo 2014, n. 1819.

Scopo della Linea Guida è fornire ai diversi soggetti operanti in cantiere uno strumento di semplice consultazione, al fine di prevenire i rischi di caduta.

La parte generale tratta i seguenti argomenti:

  • definizioni generali
  • riferimenti normativi
  • misure generali di sicurezza nell’utilizzo delle scale
  • concetti di base in materia di sorveglianza sanitaria e idoneità

Sono presenti, inoltre, le “schede di attività” che riguardano i diversi utilizzi in cantiere delle scale portatili:

  • opere di scavo di pozzi, cunicoli, trincee, etc.
  • posizionamento di manufatti per il getto di pilastri e travi
  • superamento di dislivelli per passaggio da solaio a solaio
  • movimentazione di monoblocchi di cantiere quali baracche, casseri e ferri da armatura
  • lavori di assistenza ai fini della realizzazione di impianti
  • esecuzione e manutenzione di impianti
  • attività di smontaggio e smantellamento di strutture ed impianti. (strip out)
  • apertura e chiusura della copertura superiore degli automezzi telonati
  • esecuzione di finiture ed intonaci
  • posa e disarmo dei casseri di armatura

La pubblicazione è, infine, corredata da una sintetica check-list dedicata all’utilizzo delle scale.

Clicca qui per scaricare la nuova guida alle scale portatili Regione Lombardia 2014

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *