Lavori in copertura e caduta dall’alto: la dinamica dell’infortunio

Lavori in copertura e caduta dal tetto. Ecco l’indagine sull’infortunio condotta dalla Suva, con l’analisi di cause ed effetti

Cade dal tetto: mancava la protezione!

Ecco un nuovo esempio di infortunio in materia di sicurezza sui cantieri, con analisi di cause ed effetti pubblicato dall’ente previdenziale svizzero Suva.

Nel documento viene descritto l’infortunio accaduto ad un lavoratore, attraverso immagini ben dettagliate e didascalie riassuntive.

Il caso

Durante i lavori sulla copertura di un edificio in costruzione, un falegname qualificato cerca di sollevare, telecomandando una gru, una paletta di tegole sul tetto; nel tentativo di fermare la paletta che oscillava, l’operaio perde l’equilibrio e cade dal tetto spiovente da un’altezza di 5 m.

Le conseguenze riportate in seguito alla caduta sono un trauma cranico e lesioni di media gravità al torace e alla schiena.

La Suva analizza le cause dell’infortunio e individua le seguenti criticità:

  • la protezione laterale del ponte da lattoniere era stata in parte rimossa per consentire alla gru di manovrare
  • il lavoratore non era in possesso della patente da gruista

Le 9 regole vitali per lavorare in sicurezza

Il documento propone, inoltre, una serie di utili indicazioni sulla sicurezza dei lavori in quota, tra cui le 9 regole vitali:

  1. realizzare accessi sicuri
  2. mettere in sicurezza le zone con rischio caduta
  3. impedire le cadute verso l’interno dell’edificio
  4. mettere in sicurezza le aperture nel tetto
  5. garantire superfici di copertura resistenti alla rottura
  6. lavorare sulle facciate solo con attrezzature sicure
  7. ispezionare i ponteggi
  8. utilizzare correttamente le imbracature anticaduta
  9. proteggersi dalle polveri di amianto

 

Clicca qui per scaricare l’esempio di infortunio Suva infortunio sulla caduta dal tetto

 


Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *