Categorie Professioni tecniche

Laurea obbligatoria per i geometri? Presentato in Senato il disegno di legge

Alla professione di geometra si accederà con il corso di laurea triennale professionalizzante e abilitante; dal 2025 l’esame di Stato sarà eliminato

Una vera e propria rivoluzione per quanto riguarda l’accesso alla libera professione di geometra: in arrivo la laurea obbligatoria.

E’ stato, infatti, presentato in Senato il disegno di legge n. 57 recante “Disciplina della professione di geometra e norme per l’adeguamento delle disposizioni concernenti le relative competenze professionali“, al fine di adeguare la normativa italiana a quella europea.

Il disegno di legge si articola in 5 articoli:

  • finalità
  • formazione alla professione di geometra
  • accesso alla professione di geometra
  • competenze professionali dei geometri
  • abrogazioni

Nel dettaglio, in riferimento alla formazione alla professione di geometra (art. 2), stabilisce che:

  • alla professione di geometra si accede con uno specifico corso di laurea professionalizzante e abilitante, istituito e attivato dalle università, anche in collaborazione con gli istituti tecnici, gli istituti tecnici superiori e i collegi professionali territoriali interessati
  • il corso di laurea comprende lo svolgimento di un tirocinio professionale della durata di 6 mesi, sostitutivo di quello previsto dall’articolo 6 del regolamento di cui al decreto del Presidente della Repubblica 7 agosto 2012, n. 137. In pratica, il tiroci­nio dovrà essere svolto dai geometri all’interno del corso di laurea, diventando un’attività formativa specifica
  • ai sensi dell’art.10, comma 2, del decreto 270/2004, al tiro­cinio professionale devono essere riservati almeno 30 crediti
  • l’esame finale per il conseguimento della laurea ha valore di esame di Stato abilitante all’esercizio della professione di geometra; possono essere ammessi all’esame finale esclusivamente coloro che hanno conseguito, nell’ambito dello specifico corso di laurea, tutti i crediti previsti dall’ordinamento didattico
  • viene rimandato ad un successivo decreto ministeriale la configurazione dell’ordinamento didattico e le specifiche modalità dell’esame di laurea
  • ai laureati del corso di laurea spetta il titolo professionale di geometra laureato.

Per quanto riguarda, invece, l’accesso alla professione di geometra (art. 3) viene stabilito che:

  • l’esercizio della libera professione di geometra è riservato agli iscritti nel corrispondente albo professionale
  • per essere iscritti nell’albo dei geometri è necessario:
    • essere cittadini italiani o di uno Stato membro dell’Unione europea
    • godere il pieno esercizio dei diritti civili
    • avere la residenza anagrafica o il domicilio professionale nella circoscrizione del collegio professionale presso il quale l’iscrizione è richiesta
    • essere in possesso del diploma di laurea

Inoltre, per le competenze professionali dei geometri (art. 4), il Governo è autorizzato ad adottare, entro 12 mesi dalla data di entrata in vigore della presente legge, un regolamento recante integrazioni al regolamento per la professione di geometra di cui al regio decreto 11 febbraio 1929, n. 274, determinando le competenze professionali dei geometri che hanno conseguito il diploma di laurea, in relazione alla formazione culturale e professionale conseguita nel relativo corso di laurea.

Fino al 31 dicembre 2024 l’accesso alla professione di geometra è consentito sulla base delle norme previgenti; solo a decorrere dal 1° gennaio 2025 l’esame di abilitazione sarà soppresso e rimarrà in vigore esclusivamente il percorso universitario abilitante.

Rimaniamo in attesa dell’avvio dell’iter parlamentare.

Clicca qui per scaricare il ddl n. 57

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

Francesca Ressa

Francesca lavora in ACCA software e collabora nella redazione di BibLus-net dal 2012. Si occupa prevalentemente di questioni legate alla sicurezza cantieri e sicurezza sui luoghi di lavoro, lavori pubblici e opere edili.

Articoli recenti

Bonus casa e bonus mobili: aggiornate le guide delle Entrate a maggio 2019

L'Agenzia delle Entrate ha aggiornato a maggio 2019 le guide sulle detrazioni fiscali per ristrutturazioni e sull'acquisto di elettrodomestici/mobili. Le…

1 ora ago

In arrivo i primi controlli e le sanzioni per violazione della privacy

Il 20 maggio era il termine ultimo per adeguarsi alla nuova disciplina in materia di protezione dei dati personali; ecco le…

1 ora ago

Edifici scolastici a rischio sismico: il Comune non è obbligato a chiuderli!

Cassazione: il Comune non ha l'obbligo di chiudere una scuola con basso indice di sicurezza sismica, purché programmi i lavori…

1 ora ago

Caldaie a condensazione, cosa occorre sapere per accedere alla detrazione fiscale

Il nuovo vademecum Enea sulle caldaie a condensazione: gli interventi agevolati, i requisti, le spese detraibili e la documentazione da…

1 ora ago

Innalzato il limite per la fattura semplificata: fino a 400 euro

Passa da 100 a 400 euro il limite per l’emissione della fattura semplificata. In corso di pubblicazione in Gazzetta Ufficiale il decreto…

2 ore ago

Cause ostative per l’applicazione del regime forfetario: dalle Entrate i chiarimenti

L'Agenzia delle Entrate chiarisce che si può applicare il regime forfetario anche se si è titolare del 50% di una società…

2 ore ago