La Valutazione del rischio da radiazioni ottiche artificiali

Il 9 Giugno 2010 nel centro Conferenze CCIAA di Padova si è tenuto il convegno “Valutazione del rischio da radiazioni ottiche artificiali” organizzato da Confindustria Padova e AIAS.

Il 26 aprile 2010 sono entrate in vigore le disposizioni del Capo V del Titolo VIII AGENTI FISICI del D.Lgs. n. 81/2008 (TUS): da tale data, pertanto, la valutazione dei rischi deve ricomprendere anche le radiazioni ottiche artificiali (ROA), con particolare riguardo ai rischi dovuti agli effetti nocivi su occhi e cute.
Le radiazioni artificiali vengono classificate, ai sensi dell’art. 214 del TUS, in coerenti (radiazione laser) e non coerenti. Le prime emettono radiazioni in fase tra loro, le seconde radiazioni sfasate.
Il datore di lavoro deve valutare e, quando necessario, misurare e/o calcolare i livelli delle radiazioni ottiche cui possono essere esposti i lavoratori. La metodologia adottata deve rispettare le norme della Commissione elettrotecnica internazionale (IEC) per le radiazioni laser, e le raccomandazioni della commissione internazionale per l`illuminazione (CIE) e del Comitato europeo di normazione (CEN) per le radiazioni incoerenti.
Nel settore edile le sorgenti di esposizione alle ROA maggiormente diffuse sono:

  • le saldatrici (principalmente quelle elettriche ad arco)
  • i laser da cantiere (distanziometri, per movimento terra, per fognature, etc.)
  • monitor dei computer, etc. (per attività d’ufficio,)

Il 9 Giugno 2010 nel centro Conferenze CCIAA di Padova si è tenuto il convegno “Valutazione del rischio da radiazioni ottiche artificiali” organizzato da Confindustria Padova e AIAS.
Il convegno, rivolto principalmente a datori di lavoro, responsabili e addetti alla sicurezza in azienda, ha affrontato la problematica della valutazione del rischio da radiazioni ottiche artificiali nel campo industriale.
Gli atti del convegno sono disponibili on-line:

  • “Radiazioni ottiche. Richiami alla normativa vigente. Il Titolo VIII del D. Lgs. n. 81/08: cosa prescrive”, Stefano Piovesan – Responsabile Servizio Prevenzione e Protezione Università di Padova;
  • “La valutazione del rischio – le Linee guida del Coordinamento Tecnico delle Regioni”, Riccardo Di Liberto – Policlinico San Matteo di Pavia;
  • “Agenti Fisici. Linee Guida Coordinamento Tecnico Regioni”;
  • “Grandezze fisiche radiometriche, loro misura e stima dei valori di esposizione ad una sorgente. Gestione della sicurezza al LUXOR: un esempio”, Maria Guglielmina Pelizzo – LUXOR lab. – Consiglio Nazionale delle Ricerche ;
  • “Aspetti Biologici e limiti di esposizione”, Andrea Trevisan – Dipartimento di Medicina Ambientale e Sanità Pubblica dell’Università di Padova ;
  • “Esempi applicativi. Le sorgenti incoerenti”, Maria Diletta Siviero – Lisa Servizi Srl;
  • “Le sorgenti coerenti”, Marco Sorrentino – Laser & Optics Specialist – Prima Industrie Spa);
  • “2D LASER CUTTING”;
  • “3D LASER CUTTING”.

Clicca qui per scaricare gli atti del convegno “Valutazione del rischio da radiazioni ottiche artificiali”

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *