La tutela del paesaggio è competenza dello Stato

Il D.Lgs.157/2006 ha modificato il testo del Codice dei Beni Culturali (D.Lgs. 42/2004).

Il D.Lgs.157/2006 ha modificato il testo del Codice dei Beni Culturali (D.Lgs. 42/2004).
Le Regioni Piemonte, Calabria e Toscana hanno ritenuto tali modifiche, in particolare quelle relative ai beni paesaggistici, incostituzionali e, pertanto, hanno presentato ricorso alla Corte Costituzionale.
Secondo le citate Regioni, infatti, le modifiche del D.Lgs. 157/2006 avevano eccessivamente rafforzato le competenze dello Stato in materia di tutela del paesaggio, penalizzando di conseguenza le competenze regionali.
La Corte Costituzionale, con la sentenza n. 367 del 7 novembre 2007, ha rigettato il ricorso.
La Consulta ha affermato che la conservazione del paesaggio e dell’ambiente spettano in via esclusiva allo Stato e precedono o comunque costituiscono un limite alla tutela degli altri interessi generali assegnati alla competenza concorrente delle Regioni.

Documento Dimensione Formato
Sentenza 367/2007 della Corte Costituzionale 54 Kb PDF
 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *