Immagine categoria approfondimenti tecnici

La “Spending review bis” è legge! Tante misure per la razionalizzazione e il risparmio nelle Pubbliche Amministrazioni

Il 30 ottobre 2013 è stata pubblicata in Gazzetta la Legge 125/2013 di conversione del D.L. 101/2013, recante le principali misure da adottare per la razionalizzazione nelle Pubbliche Amministrazioni.

Il 30 ottobre 2013 è stata pubblicata in Gazzetta la Legge 30 ottobre 2013, n. 125 di conversione del D.L. 101/2013, recante le principali misure da adottare per la razionalizzazione nelle Pubbliche Amministrazioni.
Obiettivi del provvedimento sono l’uso razionale delle risorse, il contenimento delle spese per consulenze, la razionalizzazione e semplificazione delle assunzioni.
Di seguito le novità principali in materia di Pubblica Amministrazione e pubblico impiego contenute nel provvedimento.

Tagli alle auto blu e alle consulenze esterne
Prorogato a tutto il 2015 il divieto per le amministrazioni di acquistare autovetture di servizio.
La spesa per le consulenze nelle Amministrazioni Pubbliche non può essere superiore per il 2014 all’80% di quanto speso nel 2013 e per il 2015 al 75% di quanto speso l’anno precedente.

Assumere dove serve
Le Pubbliche Amministrazioni possono assumere solo dove c’è effettiva necessità di posti in organico, mentre è previsto il divieto di assunzione in aree in cui c’è soprannumero.

Più personale per il sistema giudiziario e stop ai benefit straordinari
Il personale in eccedenza nelle Amministrazioni Pubbliche può passare, fino al 31 dicembre 2015, con mobilità agevolata al Ministero della Giustizia, da sempre in difficoltà per mancanza di personale.
Non sono più previste “buonuscite straordinarie” per i dirigenti delle società controllate dalla Pubblica Amministrazione.

Contratti di servizio
Le Amministrazioni statali hanno facoltà di ridurre il prezzo dei contratti di servizi con società controllate.

Stop al precariato e nuovi concorsi
Le assunzioni nella Amministrazione Pubblica avverranno solo con contratto a tempo indeterminato ed esclusivamente con procedure concorsuali. Il lavoro flessibile è consentito solo in casi eccezionali e motivati.
Fino al 31 dicembre 2016 non possono essere indetti nuovi concorsi se prima non vengono esaurite le graduatorie vigenti.

Categorie protette
Viene resa più facile l’assunzione obbligatoria nelle Amministrazioni Pubbliche dei soggetti appartenenti alle categorie protette.

1000 vigili del fuoco in più
Il Corpo nazionale dei vigili del fuoco viene incrementato con 1000 nuove unità.

Agenzia per la coesione territoriale
Nasce l’”Agenzia per la coesione territoriale” per un’adeguata gestione dei fondi europei e relativo controllo del loro corretto utilizzo.

Clicca qui per scaricare il testo coordinato del D.L. 101/2013
Clicca qui per scaricare la Legge 30 ottobre 2013, n. 125

 
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *