Sicurezza cantieri

La sicurezza nei cantieri con “Sicuro non cado”

La Regione Toscana ha avviato una campagna di comunicazione e informazione sulla sicurezza sul lavoro incentrata, in particolare, sulla prevenzione delle cadute dall’alto.

La Regione Toscana ha avviato una campagna di comunicazione e informazione sulla sicurezza sul lavoro incentrata, in particolare, sulla prevenzione delle cadute dall’alto.
Le lavorazioni in quota, come in passato più volte sottolineato da BibLus-net, rappresentano una delle principali cause di infortunio nel settore delle costruzioni.
La campagna “Sicuro non cado” è stata realizzata dall’assessorato per il diritto alla salute in collaborazione con Italcementi e Ance Toscana.
Nell’ambito di tale progetto è stato realizzato un vademecum in otto punti che illustra i principali accorgimenti da adottare per prevenire le cadute.

Alcuni semplici accorgimenti possono salvare la vita:

  • controllare che possa legarsi a parti strutturali stabili come travi portanti e ancoraggi
  • (usare comignoli, pali di antenna, parti di grondaia e tubi di sfiato)
  • legati a parti strutturali stabili come travi portanti e ancoraggi predisposti (se presenti)
  • le coperture in cemento – amianto possono sfondarsi

Il vademecum è stato predisposto in italiano e in quattro lingue straniere (albanese, rumeno, francese e arabo) nella traduzione a cura dell’Albero della salute.

Clicca qui per scaricare l’opuscolo multilingue

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *