La nuova classificazione sismica e le zone di categoria 4

Negli ultimi tempi l’incertezza legata alla normativa per le costruzioni in zona sismica ha praticamente monopolizzato l’interesse dell’informazione specializzata e, di conseguenza, dei tecnici dell’edilizia.

Negli ultimi tempi l’incertezza legata alla normativa per le costruzioni in zona sismica ha praticamente monopolizzato l’interesse dell’informazione specializzata e, di conseguenza, dei tecnici dell’edilizia.
L’attenzione si è tuttavia incentrata sul differimento dell’entrata in vigore dell’Ordinanza 3274 e sulla possibilità di continuare ad operare con la precedente normativa sismica, facendo passare in secondo piano un’importante novità introdotta con la citata 3274: la rinnovata Classificazione sismica del territorio.
I diversi provvedimenti di proroga che si sono succeduti nel tempo, infatti, hanno sì differito i termini per l’applicazione IN VIA ESCLUSIVA delle norme tecniche allegate alla 3274 ma non hanno sortito alcun effetto circa la classificazione sismica.
In altre parole, la classificazione sismica del territorio contenuta all’allegato A dell’Ordinanza è vigente.
L’art. 2 della celeberrima Ordinanza 3274 lascia facoltà alle regioni di:

  • decidere se in zona 4 la progettazione dovesse avvenire o meno secondo criteri antisismici;
  • modificare gli elenchi delle zone sismiche, utilizzando come mappa di riferimento la classificazione allegata alla Ordinanza 3274 ed avendo, rispetto ad essa, una tolleranza di attribuzione pari ad una zona. Ciò significa che se un comune è definito nell’allegato A come appartenente alla zona 2, la Regione potrà scegliere di assegnarlo alla 1, alla 2 oppure alla 3.

Le posizioni che ad oggi risultano assunte dalle diverse regioni al riguardo sono riportate, con l’indicazione dei relativi provvedimenti di adozione, nella tabella che segue.

Regione ProvvedimentoDimensioneFormato
Emilia RomagnaProgettazione di tutti gli edifici tenendo conto dell’azione sismicaD.G.R. n. 2000/2003
LiguriaProgettazione di tutti gli edifici tenendo conto dell’azione sismicaD.G.R. n. 154/2004101 KbPDF
SiciliaProgettazione di tutti gli edifici tenendo conto dell’azione sismicaD.G.R. del 15/01/2004134 KbAR
LombardiaProgettazione dei soli edifici di importanza strategica tenendo conto dell’azione sismicaD.G.R. n. 14964/20031,97 MbPDF
PiemonteProgettazione dei soli edifici di importanza strategica tenendo conto dell’azione sismicaD.G.R. n. 61 – 11017/200390 KbAR
PugliaProgettazione dei soli edifici di importanza strategica tenendo conto dell’azione sismicaD.G.R. n. 53/2004590 KbPDF
ToscanaProgettazione dei soli edifici di importanza strategica tenendo conto dell’azione sismicaD.G.R. n. 604/2003486 KbPDF
Friuli Venezia GiuliaIn zona 4 è possibile non portare in conto l’azione sismicaD.G.R. n. 2335/20032,69 MbPDF
LazioIn zona 4 è possibile non portare in conto l’azione sismicaD.G.R. n. 766/200368 KbPDF
SardegnaIn zona 4 è possibile non portare in conto l’azione sismicaD.G.R. 15/31 /2004
VenetoIn zona 4 è possibile non portare in conto l’azione sismicaL.R. 27/2003

Attenzione: Per la visualizzazione del file in formato ACCAreader si richiede la presenza sul sistema di: ACCAreader ver. 5.00
Clicca sull’ immagine per effettuare gratuitamente il download del programma.

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *