La “Guida Pratica” per l’R.S.P.P. dopo il D.Lgs. 81/2008

L’andamento degli infortuni e delle malattie professionali, pur registrando complessivamente una tendenza decrescente in termini di frequenza, evidenzia livelli ancora preoccupanti.
L’informazione e la formazione diventano strumento fondamentale per tutelare la sicurezza e la salute dei lavoratori oltre che parte integrante della pianificazione e programmazione aziendale.

L’andamento degli infortuni e delle malattie professionali, pur registrando complessivamente una tendenza decrescente in termini di frequenza, evidenzia livelli ancora preoccupanti.

L’informazione e la formazione diventano strumento fondamentale per tutelare la sicurezza e la salute dei lavoratori oltre che parte integrante della pianificazione e programmazione aziendale.

L’Azienda USL3 di Catania, con l’intento di promuovere la sicurezza nei luoghi di lavoro ed in particolare l’attività di informazione e formazione, ha curato la pubblicazione “Il Responsabile del Servizio di prevenzione e protezione – Guida Pratica”.
Con l’emanazione del D.Lgs. 81/2008, infatti, il Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione Aziendale assume maggiore dignità professionale, divenendo sempre più uno specialista in possesso di una specifica preparazione scientifica in materia di sicurezza e salute nei luoghi di lavoro nel settore produttivo di appartenenza.

Considerato il ruolo strategico che riveste tale figura, l’AUSL3 di Catania ha redatto tale guida al fine di fornire agli utenti uno strumento pratico, di facile consultazione, che possa aiutare, per quanto possibile, a chiarirne meglio il ruolo, le funzioni, le responsabilità, le competenze necessarie, alla luce delle novità introdotte dal D.Lgs. 81/2008.

Questi i contenuti della guida:

  1. Compiti del Servizio di Prevenzione e Protezione
  2. L’atto di nomina
  3. La responsabilità penale
  4. La responsabilità civile e la tutela assicurativa
  5. Principali sentenze relative al ruolo di RSPP
  6. Le capacità ed i requisiti professionali
  7. Programma didattico dei percorsi formativi
  8. I soggetti formatori

In allegato la guida riporta, inoltre:

  • programmi dei moduli A,B,C;
  • numero di ore previste nel modulo B per macrosettore ateco;
  • RSPP/ASPP Tabella degli esonerati dal percorso formativo;
  • riconoscimento ai Responsabili SPP dei crediti professionali e formativi pregressi;
  • riconoscimento agli addetti SPP dei crediti professionali e formativi pregressi;
  • diagramma esplicativo (RSPP);
  • diagramma esplicativo (ASPP);
  • elenco della documentazione da custodire in azienda e nei cantieri.

Clicca qui per scaricare “Il Responsabile del Servizio di prevenzione e protezione – Guida Pratica”

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *