Dall’UNI il vademecum sulla ISO 45001 in materia di salute e sicurezza sul lavoro

UNI ISO 45001: i destinatari, i vantaggi, le possibili integrazioni in sistemi di gestione preesistenti ed i suggerimenti per implementarla sui luoghi di lavoro

La salute e la sicurezza sui luoghi di lavoro sono interessi primari per la maggior parte delle imprese; tuttavia l’Inail ha registrato ben 417 000 (circa) infortuni sul lavoro (dati 2017), dei quali 617 con conseguenze mortali.

Si segnala al riguardo la brochure informativa dell’UNI circa la ISO 45001: 2018, la prima norma internazionale in materia di salute e sicurezza sul lavoro, che sottolinea i potenziali benefici derivanti dall’applicazione della norma: dalla riduzione degli infortuni all’aumento della produttività tanti potenziali benefici.

UNI ISO 45001:2018

In vigore dal 12 marzo 2018, la UNI ISO 45001:2018 – “Sistemi di gestione per la salute e sicurezza sul lavoro – Requisiti e guida per l’uso” – definisce gli standard minimi di buona pratica per migliorare la sicurezza e il benessere dei lavoratori, per ridurre i rischi in ambito lavorativo e fornisce, inoltre, una guida per il suo utilizzo.

La UNI ha lo scopo, quindi, di consentire alle organizzazioni di predisporre luoghi di lavoro sicuri e salubri, prevenendo lesioni e malattie correlate al lavoro; è applicabile a qualsiasi organizzazione, indipendentemente dalle dimensioni, dal settore di appartenenza e dalla natura delle sue attività, al fine di:

  • istituire, attuare e mantenere un sistema di gestione per migliorare la salute e la sicurezza sul lavoro
  • eliminare i pericoli e minimizzare i rischi per la salute e sicurezza sul lavoro (incluse carenze del sistema)
  • cogliere le opportunità per la salute e sicurezza sul lavoro e prendere in carico le non conformità del sistema di gestione per la salute e la sicurezza sul lavoro associate alle proprie attività
  • facilitare l’organizzazione nel raggiungimento dei risultati attesi del suo sistema di gestione per la salute e la sicurezza sul lavoro

La norma è stata sviluppata con il contributo di esperti provenienti da oltre 70 Paesi ed è stata progettata per essere integrata nei processi di gestione già esistenti (come la UNI EN ISO 9001, gestione per la qualità, e la UNI EN ISO 14001, gestione ambientale).

La ISO 45001 rappresenta, quindi, l’evoluzione di una serie di norme proprietarie dedicate alla salute e sicurezza, in particolar modo lo standard OHSAS 18001.

Brochure UNI

La brochure redatta dall’UNI, Ente italiano di normazione, descrive quali sono i vantaggi che derivano dall’applicare la ISO 45001, le caratteristiche, come utilizzarla ed i collegamenti con la legislazione vigente.

Riporta, inoltre, le testimonianze di INAIL, AIAS, Associazione Ambiente e Lavoro, AIFOS, Assolombarda, CNA, Consiglio Nazionale degli Ingegneri, Accredia, Conforma, chiarendo le strategie aziendali messe in atto per perseguire la tutela della salute e sicurezza dei lavoratori nell’ambito di un efficace sistema di gestione conforme alla norma.

Obiettivo

Il documento ha lo scopo di individuare i fenomeni che possono influenzare, positivamente o negativamente, le modalità con cui l’azienda affronta le proprie responsabilità in materia di salute e sicurezza dei lavoratori, in modo da trovare la soluzione alle eventuali problematiche.
In particolare, i fattori individuati dall’analisi riguardano il contesto:

  • interno, quali le politiche adottate dall’organizzazione nell’approccio con i lavoratori, gli appaltatori, i clienti e tutte le parti interessate
  • esterno, ossia gli aspetti derivanti dalla legislazione vigente, il contesto sociale, le variazioni economiche nel mercato, gli eventi che possono influire sull’immagine aziendale e le innovazioni tecnologiche, che hanno un impatto potenzialmente rilevante per la prevenzione e il contrasto del fenomeno infortunistico

Contenuti

Il documento individua i destinatari, i vantaggi del suo utilizzo, le possibili integrazioni in sistemi di gestione preesistenti ed alcuni suggerimenti per implementarla sui luoghi di lavoro, ponendo particolare attenzione anche alla “Consultazione e partecipazione dei lavoratori”, fattori chiave per il successo di un sistema di gestione.
Nel dettaglio risponde alle seguenti domande:

  • Per chi è la UNI ISO 45001?
  • Quali sono i vantaggi?
  • È differente dagli altri documenti sulla salute e sicurezza sul lavoro?
  • La posso integrare nel mio sistema di gestione?
  • Dove iniziare?
  • E la certificazione?

Chiudono la pubblicazione, i riferimenti legislativi e bibliografici e l’indice della UNI ISO 45001:2018.

 

Clicca qui per conoscere CerTus-LdL, il software per la sicurezza sui luoghi di lavoro

Clicca qui per scaricare il vademecum dell’UNI

 


Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *