L’Autorità sui Lavori Pubblici diffonde le Determinazioni 19 e 20 e la Deliberazione 269

L’Autorità per la Vigilanza sui Lavori Pubblici ha diffuso la Deliberazione n.269 e le Determinazioni n. 19 e n. 20.

L’Autorità per la Vigilanza sui Lavori Pubblici ha diffuso la Deliberazione n.269 e le Determinazioni n. 19 e n. 20.
Particolare interesse, per i tecnici che partecipano ad appalti pubblici, riveste la Determinazione n.20, la quale fornisce indicazioni circa la documentazione da produrre a comprova dei servizi di progettazione già svolti.
La Deliberazione 269 e la Determinazione 19, inoltre, si occupano della possibilità che l’attestazione rilasciata da una SOA sia abilitativa anche all’esercizio di talune attività disciplinate dalla Legge 46/90, e delle problematiche inerenti al trasferimento dell’attestazione rilasciata da una SOA ad un’impresa ad altra, in alcuni specifici casi particolari.

DELIBERAZIONE 15 ottobre 2003, n.269
(Gazzetta Ufficiale 28.10.2003 n.251)
applicazione dell’art. 108, comma 3, del Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di edilizia.
L’attestazione di qualificazione rilasciata da una SOA per le categorie OG9, OG10, OG11, OS3, OS4, OS5, OS9, OS14, OS16, OS17, OS19, OS22, OS27, OS28 e OS30 ha di per se stessa valenza abilitativa all’esercizio delle attività disciplinate dall’art. 1, comma 1, della legge n. 46/1990, ora art. 107 del Testo unico dell’edilizia.
DETERMINAZIONE 5 novembre 2003, n.19
(Gazzetta Ufficiale 28.11.2003 n.277)
Ulteriori indicazioni in materia di cessione del contratto stipulato tra impresa e SOA per il conseguimento dell’attestazione di qualificazione e di variazioni minime dell’attestazione di qualificazione in corso di validità.
Indicazioni relativi a:

  1. ammissibilità della cessione ad altra impresa del contratto stipulato tra SOA ed impresa per il conseguimento dell’attestazione di qualificazione
  2. possibilità di affidare per un’impresa, l’introduzione nella propria attestazione di “variazioni minime” ad una SOA diversa da quella che ha provveduto all’originaria attestazione
  3. riconducibilità alla tipologia denominata “Variazioni minime” di due casi particolari
DETERMINAZIONE 26 novembre 2003, n.20
Appalto di servizi tecnici di importo pari o superiore a 100.000 euro: documentazione amministrativa da produrre a comprova dei servizi di progettazione già svolti.
Indicazioni in merito alle clausole – contenute nei bandi di gara e nelle lettere d’invito delle Stazioni Appaltanti – relative alla comprova dei servizi di progettazione svolti in precedenza dai concorrenti
Documento Dimensione Formato
DELIBERAZIONE 15 ottobre 2003, n.269 28 Kb ACCAreader
DETERMINAZIONE 5 novembre 2003, n.19 44 Kb ACCAreader
DETERMINAZIONE 26 novembre 2003, n.20 33 Kb ACCAreader

Attenzione: Per la visualizzazione del file in formato ACCAreader si richiede la presenza sul sistema di: ACCAreader ver. 5.00
Clicca sull’ immagine per effettuare gratuitamente il download del programma.

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *