L’Agenzia delle Entrate pubblica la guida “Le agevolazioni irpef per le ristrutturazioni edilizie”

In questa edizione della newsletter BibLus-net torna ad occuparsi di un argomento di particolare interesse per i suoi lettori: le agevolazioni fiscali previste per le ristrutturazioni immobiliari.

In questa edizione della newsletter BibLus-net torna ad occuparsi di un argomento di particolare interesse per i suoi lettori: le agevolazioni fiscali previste per le ristrutturazioni immobiliari.
Ricordiamo che la Legge Finanziaria n. 266 del 2005 ha ulteriormente prorogato fino al 31 dicembre 2006 la detrazione d’imposta sulle spese sostenute per i lavori di recupero del patrimonio edilizio.
Con la proroga sono state previste:

  • l’innalzamento della quota di spesa detraibile dal 36% al 41%;
  • il mantenimento del limite massimo di spesa sul quale calcolare la detrazione per i lavori svolti (48.000 euro).

È stato inoltre prorogato lo sconto relativo all’acquisto di immobili ristrutturati da imprese di costruzione o ristrutturazione o da cooperative.
È pertanto detraibile, se i lavori di ristrutturazione si concludono entro il 31 dicembre 2006 e l’assegnazione dell’immobile avviene entro il 30 giugno 2007, il 41% di un ammontare pari al 25% del prezzo di acquisto di un immobile ristrutturato da un’impresa o da una cooperativa (nel limite massimo comunque di 48.000 euro).
Non è stata invece prorogata l’applicazione dell’aliquota IVA agevolata del 10% alle prestazioni di servizi relative agli interventi manutenzione ordinaria e straordinaria realizzati sugli immobili a prevalente destinazione abitativa privata, che torna, pertanto, al 20%.
Resta ferma l’applicazione dell’aliquota Iva ridotta al 10% alle prestazioni e ai beni finiti acquistati per gli interventi di restauro, risanamento conservativo e di ristrutturazione edilizia individuate dall’articolo 3, lettere c) e d) del Testo Unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia, approvato con D.P.R. 6 giugno 2001, n. 380 (precedentemente elencate nell’art. 31 della legge 5 agosto 1978, n. 457).
Per fare ulteriore chiarezza sull’argomento, in particolare sui diversi regimi che si sono susseguiti nel tempo da prima dell’anno 2000 ad oggi e sulle disposizioni applicabili per gli interventi eseguiti a cavallo di due diversi regimi, l’Agenzia delle Entrate ha redatto e diffuso la guida “LE AGEVOLAZIONI IRPEF PER LE RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE”.

Documento Dimensione Formato
LE AGEVOLAZIONI IRPEF PER LE RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE 366 Kb PDF
 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *