iPad economico e Schoolwork, Apple punta sulla scuola

Presentato nella Lane Tech High School di Chicago il programma didattico di Apple: un nuovo iPad 9,7” da 359 euro e unʼapp pensati per gli studenti e gli insegnanti

Dopo aver rivoluzionato il mondo della telefonia e della musica ed aver cambiato il mondo del lavoro Apple ha deciso di trasformare anche il mondo dell’insegnamento: in un evento organizzato alla Lane Tech High School di Chicago, una delle scuole pubbliche più grandi degli Stati Uniti, ha presentato la propria idea di didattica.

Una nuova idea che prescinde da libri, penne e quaderni: tutto quello che può servire agli studenti e agli insegnanti è presente all’interno dell’iPad.

La classe virtuale

Non si tratta del classico tablet, ma di un nuovo modello pensato esclusivamente per la scuola: un iPad in una versione low cost, pensato per insegnanti e studenti, e supportato dalla ‘apple pencil e dalla appSchoolwork‘ che aiuterà i professori a creare compiti e ad analizzare i progressi degli studenti.

Oltre questo, gli studenti potranno usufruire anche del programma ‘Everyone Can Code‘ che promuove lo studio della programmazione all’interno delle strutture scolastiche.

Everyone Can Code, chiunque può farlo: ed in effetti lo scopo è quello di imparare il coding a scuola, che vuol dire arrivare all’università con il know how per un mondo che va avanti ad app, sviluppando automazione e robotica. Studiare le basi del coding aiuta i bambini a sviluppare il ragionamento logico e a sviluppare un senso critico che potrà essere molto utile una volta iniziato il liceo o l’Università.

State formando le nuove generazioni di inventori e leader: noi siamo qui per ispirarvi” sono le parole con cui Tim Cook, CEO di Apple, ha concluso l’evento.

Le caratteristiche del nuovo iPad da 9,7 pollici

Il nuovo iPad da 9,7 pollici promette veramente di essere un dispositivo che non può mancare nello zaino di uno studente.

Integra il potente chipset A10 Fusion e ha un Retina Display con risoluzione 2048×1536 pixel; il Touch ID permette di proteggere i dati personali con la propria impronta digitale; inoltre monta una fotocamera posteriore da 8 Megapixel e una anteriore dedicata a FaceTime.

L’iPad supporta anche ARKit, il sistema per le applicazioni a realtà aumentata sviluppato da Apple.

Inoltre, grazie alla presenza di iOS 11, gli utenti potranno sfruttare il dock e accedere velocemente alle app più utilizzate.

La novità più interessante è senza dubbio il supporto ad Apple Pencil, la penna con la quale è possibile interagire con l’iPad e utilizzarlo come se fosse un quaderno o un libro.

Per la prima volta l’Apple Pencil viene estesa anche a un modello low-cost come il nuovo iPad da 9,7 pollici. Con essa per i ragazzi sarà più semplice prendere appunti o tracciare dei disegni in applicazioni come Notability, Pages, Numbers, Keynote e Microsoft Office.

I costi del nuovo iPad

La versione 32GB con Wi-Fi ha un costo di 359 euro, mentre il modello con il carrellino per la SIM costa 489 euro. La versione da 128GB con il Wi-Fi ha un prezzo di 449 euro, mentre per avere anche la scheda SIM il prezzo sale a 579 euro.

L’Apple Pencil ha un costo di 99 euro, ma durante la presentazione è stata mostrata anche una penna sviluppata da Logitech che costerà 49 euro e sarà lanciata nei prossimi mesi.

Per le scuole, l’iPad 2018 e l’Apple Pencil potranno essere acquistati con uno sconto.

Le app

Un iPad dedicato alla scuola senza applicazioni ad hoc sarebbe stato inutile. E infatti Apple ha presentato il programma ‘Creatività per tutti’ e l’applicazione ‘Schoolwork’, due strumenti che si riveleranno molti utili per studenti e insegnati.

Con il programma didattico “Creatività per tutti” si possono integrare in maniera facile e divertente argomenti come disegno, musica, regia e fotografia nei piani scolastici di qualsiasi materia.

Questo programma è pensato per sfruttare l’enorme potenzialità del nuovo iPad 9,7” e le funzionalità dell’Apple Pencil a scuola: gli studenti potranno utilizzare applicazioni come Pages, Numbers, Clips, iMovie per creare contenuti interattivi e che rendono molto più divertente la didattica.

E lo stesso potranno fare gli insegnanti, che sfruttando queste applicazioni condividono con i propri studenti un nuovo modo di insegnare.

Schoolwork, invece, è l’applicazione che servirà agli insegnanti per avere una panoramica sulle prestazioni scolastiche complessive di ciascun ragazzo e verificare le attività svolte e i miglioramenti raggiunti.

Utilizzando Schoolwork insieme a Classroom (altra applicazione di Apple per la scuola) gli insegnanti hanno a disposizione due strumenti molto potenti per rendere veramente coinvolgenti le loro lezioni.

Schoolwork aiuta gli insegnanti a creare compiti su misura per i propri studenti, ad analizzare i progressi fatti e a preparare le lezioni utilizzando contenuti interattivi. L’applicazione supporta qualsiasi formato e permette di inviare i compiti ai propri studenti condividendo semplicemente un link o inviando un file PDF.

Classroom, invece, è un’applicazione per gestire da remoto gli iPad dei propri studenti e guidarli durante le lezioni. Con Classroom i professori potranno aprire sui dispositivi degli alunni applicazioni, libri e pagine web e far condividere a più studenti lo stesso iPad.

Infine, Apple fa un regalo a studenti e insegnanti aumentando lo spazio disponibile gratuitamente su iCloud. Invece dei classici 5GB, professori e alunni avranno 200 GB dove poter caricare i propri compiti e gli appunti presi durante le lezioni.

 

Clicca qui per conoscere PriMus for iPad, il software per il Computo Metrico su iPad

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *