Indici ISA: pronte le regole tecniche per i redditi 2019 dei professionisti

L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato le regole tecniche per la trasmissione telematica dei dati per l’applicazione degli indici ISA per i redditi 2019 dei professionisti

Sono state pubblicate sul sito dell’Agenzia delle Entrate le regole tecniche per la trasmissione telematica dei dati rilevanti ai fini dell’applicazione degli Isa, gli Indici Sintetici di Affidabilità fiscale.

Ricordiamo che con un provvedimento del 30 gennaio sono stati approvati i modelli per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell’applicazione degli indici sintetici di affidabilità fiscale, unitamente alle relative istruzioni. Tali modelli, che costituiscono parte integrante dei modelli di dichiarazione Redditi 2019, sono presentati dagli esercenti attività d’impresa e professionali.

Le regole tecniche delle Entrate

L’attuale provvedimento del direttore dell’Agenzia ha quindi approvato le specifiche cui devono attenersi i soggetti che effettuano la trasmissione telematica dei dati rilevanti ai fini dell’applicazione degli Indici sintetici di affidabilità fiscale, da dichiarare con i modelli Redditi 2019, ed i relativi controlli di coerenza.

Approvate anche le regole tecniche per trasmettere telematicamente i dati contenuti nei modelli di dichiarazione 2019:

  • 730
  • redditi (PF, ENC, SP, SC)
  • Irap
  • 770
  • consolidato nazionale e mondiale.

Le specifiche tecniche riguardano i seguenti comparti:

  • servizi
  • commercio
  • manifatture
  • professionisti

La trasmissione dei dati all’Agenzia delle Entrate deve essere effettuata direttamente, attraverso il servizio telematico Entratel o Fisconline, a seconda dei requisiti posseduti per la trasmissione telematica delle dichiarazioni fiscali.

Con il provvedimento si approvano, inoltre, i seguenti documenti:

  • Allegato 1, le specifiche tecniche da utilizzare per la trasmissione telematica all’Agenzia delle Entrate dei dati contenuti nel modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell’applicazione degli indici sintetici di affidabilità fiscale da parte degli esercenti attività d’impresa o arti e professioni che provvedono direttamente all’invio nonché da parte degli altri utenti del servizio telematico che intervengono quali intermediari abilitati alla trasmissione;
  • Allegato 2, i controlli tra i modelli Redditi 2019 ed i modelli degli Indici sintetici di affidabilità fiscale.
  • Allegato 3, modifiche al provvedimento del 30 gennaio

Eventuali aggiornamenti alle specifiche tecniche ed ai controlli saranno pubblicati nell’apposita sezione del sito internet dell’Agenzia delle Entrate.

 

Clicca qui per conoscere FacTus, il software per la fatturazione elettronica

Clicca qui per scaricare le specifiche tecniche per i vari comparti

 


Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *