Incentivi impianti alimentati da fonte eolica, idraulica, geotermica, biogas, biomasse, ecc. In Gazzetta il decreto

Incentivi impianti alimentati da fonti rinnovabili diverse dal fotovoltaico: è già in vigore il decreto che mette a disposizione 435 milioni all’anno di incentivi per la realizzazione di nuovi impianti

E’ stato pubblicato in Gazzetta ufficiale n.150 del 29 giugno 2016 il dm 23 giugno 2016 recante “Incentivazione dell’energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili diverse dal fotovoltaico”.

Il provvedimento, già entrato in vigore, mette a disposizione 435 milioni di euro all’anno per la realizzazione di nuovi impianti alimentati da fonti rinnovabili diverse dal fotovoltaico.

Incentivi rinnovabili

Gli impianti incentivati sono i seguenti:

  • Impianti eolici
  • Impianti alimentati da fonte idraulica
  • Impianti alimentati da fonte oceanica (comprese maree e moto ondoso)
  • Impianti alimentati da fonte geotermica
  • Impianti alimentati da fonte gas di discarica
  • Impianti alimentati da fonte gas residuati dai processi di depurazione
  • Impianti alimentati da fonte biogas
  • Impianti alimentati da fonte biomasse
  • Impianti alimentati da fonte bioliquidi sostenibili
  • Impianti solari termodinamici

Per ciascuna delle tecnologie di produzione ammesse, gli incentivi vengono concessi valutando i progetti attraverso un meccanismo concorrenziale.

L’assegnazione dei fondi avverrà attraverso aste diverse a seconda della tecnologia e si baserà sul meccanismo dei ribassi, che potranno andare da un minino del 2% a un massimo del 30%.

In particolare sono previste:

  • aste al ribasso differenziate per tecnologia per gli impianti di grandi dimensioni
  • iscrizione ad appositi registri per gli impianti inferiori

Le richieste per l’iscrizione ai registri, per le procedure di asta e per l’ammissione agli incentivi vanno inviate al GSE esclusivamente tramite il portale informatico predisposto dal GSE sul suo sito.

In allegato proponiamo il testo del decreto completo di allegati.

 

Clicca qui per scaricare il dm 23 giugno 2016 in PDF

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *