Debiti nei confronti di Inarcassa, buone notizie per ingegneri e architetti

Inarcassa ha approvato il nuovo programma “Progetto sanzioni” che alleggerisce le sanzioni per gli architetti e ingegneri in ritardo coi pagamenti e che semplifica le procedure

Il 30% di ingegneri e architetti iscritti a Inarcassa non è in regola con i pagamenti, con un mancato introito di circa 800 milioni di euro per la cassa.

Inarcassa, al fine di alleggerire la posizione dei ritardatari ha approvato il nuovo programma “Progetto sanzioni”.

L’intervento ha lo scopo di introdurre una maggiore gradualità sanzionatoria, per tenere conto del mutato quadro generale macroeconomico e dei professionisti in particolare, che ha prodotto significative minori disponibilità finanziarie per il rispetto degli adempimenti nei termini.

Il sistema sanzionatorio, dunque, viene rimodulato modificando l’art.10 comma 1 del Regolamento Generale di Previdenza relativo al ritardato pagamento.

In particolare, grazie al nuovo “progetto sanzioni” di Inarcassa, la sanzione viene correlata al tempo di ritardo, con una scala crescente, che penalizzi in modo più che proporzionale il ritardo reiterato:

  • 0,5% mensile per i primi 12 mesi di ritardo
  • 1% mensile dal 13° al 24° mese di ritardo
  • 1,5% mensile dal 25° mese al 36° mese di ritardo
  • 2% mensile dal 37° mese fino al 48° mese di ritardo
  • 60% fisso dal 49° mese di ritardo

E’ stato inoltre previsto un ulteriore abbattimento delle aliquote indicate, connesso all’entità dell’importo, a favore degli iscritti che complessivamente abbiano maturato un debito per i contributi dovuti e non pagati:

  • del 50% per un debito pari o inferiore a 10.000 euro
  • del 30% per un debito compreso tra 10.001 e 15.000 euro
  • del 20% per un debito compreso tra i 15.001 e 20.000 euro

Verrà applicata una riduzione anche agli istituti di conciliazione di accertamento con adesione e ravvedimento operoso, fino ad un massimo rispettivamente del

  • 85% in luogo del 70%
  • 50% in luogo del 30%

qualora il pagamento integrale di quanto dovuto, contributi, interessi e sanzioni, avvenga in unica soluzione entro 60 giorni.

Il provvedimento sarà ora sottoposto al vaglio dei Ministeri vigilanti.
Clicca qui per accedere al comunicato Inarcassa

Clicca qui per scaricare il Regolamento Generale di Previdenza Inarcassa

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *