In vigore dal 1° gennaio obbligo di installazione di impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili per i nuovi edifici

È scattato il 1° gennaio 2010 l’obbligo di aggiornare i regolamenti edilizi comunali con la previsione, per gli edifici di nuova costruzione e per i fabbricati industriali, dell’installazione di impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili.

È scattato il 1° gennaio 2010 l’obbligo di aggiornare i regolamenti edilizi comunali con la previsione, per gli edifici di nuova costruzione e per i fabbricati industriali, dell’installazione di impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili.
Tale obbligo deriva dall’art. 4 del Testo unico dell’edilizia (D.P.R. 380/2001) a seguito della modifica introdotta dalla Finanziaria 2008 (articolo 1, comma 289); l’entrata in vigore è stata differita al 1° gennaio 2010 dalla legge n.14/2009.
In particolare, per ciascuna unità abitativa di nuova costruzione, compatibilmente con la realizzabilità tecnica dell’intervento, dovrà essere garantita una produzione energetica non inferiore a 1 kW.
Per i fabbricati industriali di estensione non inferiore a 100 metri quadrati, invece, la produzione minima di energia da fonti rinnovabili dovrà essere pari a 5 kW.
Alcune Regioni, tuttavia, non hanno aspettato il 1° gennaio 2010 per introdurre norme che prevedano l’installazione obbligatoria di impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili o l’installazione di pannelli solari termici (Puglia ,Umbria, Lombardia, Emilia Romagna, Campania, Provincia di Trento, e prima ancora Lazio, Liguria e Piemonte).

Clicca qui per scaricare l’art. 4 del testo Unico dell’Edilizia

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *