In Friuli Venezia Giulia l’APE si consegna telematicamente con il sistema SIRAPE

In Friuli Venezia Giulia l’APE si presenta con il sistema SIRAPE che offre nuovi servizi agli stakeholder (amministrazioni pubbliche, professionisti, notai e cittadini). Ecco i dettagli

Per la gestione del catasto degli Attestati di prestazione energetica (APE), l’Amministrazione regionale Friuli Venezia Giulia ha adottato un nuovo sistema informatico, SIRAPE, con il quale diverse categorie di utenti (amministrazioni pubbliche, professionisti, cittadini) dovranno interagire, a partire dal prossimo 1 marzo, per la raccolta e consultazione dei dati relativi agli APE.

Dal 5 aprile l’invio alla Regione degli attestati di prestazione energetica APE dovrà avvenire esclusivamente mediante SIRAPE; si potrà accedere al servizio dal 1 marzo. Sempre dal 1 marzo non saranno più ricevibili attestati in forma cartacea, come previsto dall’articolo 13 della legge regionale recante norme urgenti in materia di ambiente, di energia, di infrastrutture e di contabilità.

Il servizio SIRAPE, che sarà integrata con la banca nazionale dell’Enea (la Siape), consente al certificatore o altri agli soggetti interessati di verificare i vari passaggi di compilazione del format che porta al deposito dell’Attestato, grazie a una serie di warning che avvisano l’utente nel caso vi siano dati mancanti o incompleti. Un codice di conferma inviato per mail garantisce il diretto interessato sulla sicurezza e unicità del deposito.

Il nuovo sistema permetterà alla Regione di monitorare in maniera più completa consumi e prestazioni energetiche e, grazie a una piena accessibilità dei dati generali, faciliterà la sensibilizzazione dei cittadini sul tema dell’efficientamento e del risparmio energetico.

Cos’è SIRAPE

Secondo quanto stabilito dalla legge 5 dicembre 2016, n. 36, il sistema unico informativo regionale in cui dovranno confluire le informazioni relative agli attestati di prestazione energetica di tutti gli immobili ubicati nel territorio regionale, nonché i dati presenti nei catasti degli impianti termici istituiti presso le autorità competenti, è denominato “Catasto energetico regionale”.

I certificatori energetici potranno trasmettere gli attestati esclusivamente tramite la procedura on-line predisposta dalla Regione, utilizzando formati standard al fine di garantire la compatibilità con il sistema informativo nazionale Siape.

Il Sistema SIRAPE è una soluzione avanzata per gestire il Catasto Energetico Regionale in modo informatizzato, che offre servizi ad alto valore agli stakeholders (regione, notai, tecnici certificatori, cittadini) e che consente di trasferire periodicamente le informazioni raccolte verso il servizio nazionale SIAPE dell’ENEA, in ottemperanza a quanto previsto dalle nuove norme sulla certificazione energetica.

SIRAPE include anche numerosi automatismi di controllo e verifica che semplificano il lavoro sia dei tecnici certificatori che degli Operatori Regionali: i primi vengono infatti assistiti nel caricamento degli APE, con controlli sull’XML esteso, mentre gli altri possono effettuare analisi e statistiche sul patrimonio degli APE depositati.

La possibilità di avere un archivio informatizzato, basato su tecnologie di punta nel settore dei Big Data e del Cloud, che consenta l’interrogazione, l’aggregazione e il controllo di tutte le informazioni contenute negli APE depositati è la prima vera esigenza delle Regioni: solo in questo modo gli APE possono diventare vero strumento di Amministrazione, di orientamento delle politiche energetiche e relativi incentivi, di supporto alle decisioni degli organi regionali.

Ecco un video dimostrativo sul funzionamento di SIRAPE.

 

Clicca qui per conoscere tutti i dettagli su SIRAPE

Clicca qui per scaricare TerMus, il software ACCA per la certificazione energetica

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *