In arrivo modifiche al regolamento per la formazione professionale geometri

?Stampa l'articolo o salvalo in formato PDF (selezionando la stampante PDF del tuo sistema operativo)
Stampa articolo PDF

In consultazione fino al 12 giugno la bozza con le modifiche al regolamento formazione professionale geometri

Dal 1° gennaio 2015 è in vigore il regolamento per la formazione professionale dei geometri; tra le novità più rilevanti l’obbligo di acquisire 60 CFP in 3 anni e il curriculum professionale certificato, CPC, consultabile online.

In recepimento delle osservazioni emerse nell’ambito della scorsa Assemblea dei Presidenti, è stata elaborata e trasmessa (circolare ) la bozza di modifica del regolamento formazione professionale continua dei geometri.

Entro il 12 giugno dovranno pervenire eventuali osservazioni e proposte di modifica.

Le modifiche nella bozza di regolamento

Tra le novità introdotte nello schema di regolamento per la formazione continua, in riferimento all’assolvimento obbligo formativo, si ha che:

  • la formazione svolta nell’anno di iscrizione è validata ai fini dei CFP
  • fino al compimento del 65°anno di età (per quanto riguarda l’obbligo di conseguire nel triennio almeno 60 CFP)
  • qualora l’iscritto nel triennio di formazione, abbia conseguito un numero di CFP superiore al minimo previsto, l’eccedenza sarà attribuita nel triennio successivo nella percentuale del 50% per un massimo di 20 CFP

Inoltre, si ha che per gli eventi (art. 3 comma 2 lettera a e d):

  • corsi di formazione e aggiornamento
  • seminari, convegni e giornate di studio

deve essere assicurata la presenza minima obbligatoria dell’80% delle ore di formazione per il singolo evento.

Per i corsi di formazione previsti da norme specifiche (art. 3 comma 2 lettera b) nei quali possono essere previsti anche esami finali, l’attribuzione dei CFP è subordinata al superamento della prova finale.

 

Clicca qui per scaricare la bozza regolamento formazione per geometri

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *