Impianti fotovoltaici e condomini: i chiarimenti dall’Agenzia delle Entrate

I condomini, in accordo per l’esercizio di un’attività imprenditoriale, vengono individuati come società di fatto e pertanto sono obbligati a fatturare la quantità di energia elettrica venduta al GSE.

Con la Circolare n. 46/E del 19 luglio 2012 l’Agenzia delle Entrate chiarisce il trattamento fiscale da riservare alle tariffe incentivanti per i condomini che hanno installato impianti fotovoltaici, con potenza fino a 20 kW per uso condominiale.
Il dubbio si pone nel caso in cui la potenza dell’impianto supera i 20 kW o se l’energia elettrica prodotta viene ceduta totalmente, anche se l’impianto ha una potenza inferiore ai 20 kW.
In relazione a quanto detto, il GSE interpella l’Agenzia delle Entrate per la convenzione che alcuni condomini intendono attivare per fini commerciali.

Con Risoluzione n. 84 del 10 agosto 2012 l’Agenzia delle Entrate fornisce la seguente soluzione interpretativa: i condomini, in accordo per l’esercizio di un’attività imprenditoriale, vengono individuati come società di fatto e pertanto sono obbligati a fatturare la quantità di energia elettrica venduta al GSE.
Il gestore acquirente, dal canto suo, è tenuto ad applicare la ritenuta del 4% sulla tariffa relativa alla parte di energia immessa in rete.

Clicca qui per scaricare la Risoluzione n. 84/E del 10 agosto 2012

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *