Impianti di protezione attiva: in vigore la nuova regola tecnica per naspi, idranti e sprinkler

Le nuove disposizioni si applicano agli impianti di nuova costruzione e a quelli esistenti in caso di interventi di modifica.

E’ entrato in vigore il 4 aprile 2013 il Decreto del Ministero dell’Interno 20 dicembre 2012 recante “Regola tecnica di prevenzione incendi per gli impianti di protezione attiva contro l’incendio installati nelle attività soggette ai controlli di prevenzione incendi”.

Ricordiamo, brevemente, che la regola tecnica definisce

  • la documentazione da presentare ai fini della valutazione dei progetti
  • la documentazione da presentare in caso di controllo
  • la documentazione da tenere per l’esercizio

In particolare, il provvedimento disciplina:

  • le reti idranti, per le quali va utilizzata come riferimento la norma UNI 10779
  • le reti sprinkler, per le quali va utilizzata come riferimento la norma UNI 12845

Le nuove disposizioni si applicano agli impianti di nuova costruzione e a quelli esistenti in caso di interventi di modifica.
Non si applicano invece agli impianti installati nelle attività a rischio di incidente rilevante, negli edifici di interesse storico-artistico destinati a biblioteche, archivi, musei e gallerie, agli impianti di distribuzione stradale di G.P.L. e di gas naturale per autotrazione, ai depositi di G.P.L. e di soluzioni idroalcoliche.

Ricordiamo che Impiantus-FUOCO, la soluzione ACCA per la progettazione di impianti antincendio, è già rispondente alle nuove disposizioni normative.

Clicca qui per scaricare il D.M. 20 dicembre 2012
Clicca qui per scaricare l’allegato al D.M. 20 dicembre 2012

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *