Impianti alimentati da fonti rinnovabili: le modifiche devono essere comunicate al GSE

L’obbligo ricade anche sui titolari di impianti fotovoltaici che abbiano in corso qualsiasi tipo di rapporto con il GSE.

Tutti produttori di energia da fonti rinnovabili hanno l’obbligo di comunicare tempestivamente qualsiasi variazione inerente il proprio impianto.

Lo rende noto il GSE, attraverso un comunicato pubblicato sul proprio portale – www.gse.it – in virtù di numerose modifiche apportate a impianti alimentati da fonti rinnovabili non comunicate al Gestore dei Servizi elettrici che ne è venuto a conoscenza solo incidentalmente e tardivamente.

Pertanto, qualsiasi tipo di modifica apportata ad un impianto (ad es. variazioni della configurazione impiantistica, eventuali atti revocatori e/o di annullamento, che modifichino lo stato autorizzativo dell’impianto, eventuali aggiornamenti inerenti i profili autorizzativi, eventuali azioni di impugnazione del titolo autorizzativo, nonché eventuali provvedimenti, adottati dalle competenti autorità, che incidano sulla disponibilità e/o sulla funzionalità e/o sulla produttività dell’impianto) DEVE essere comunicata TEMPESTIVAMENTE dal produttore al GSE, come già previsto dalla normativa in vigore e dalle procedure dello stesso GSE.

L’obbligo ricade anche sui titolari di impianti fotovoltaici che abbiano in corso qualsiasi tipo di rapporto con il GSE (ad es. certificati verdi, tariffa omnicomprensiva, conto energia, ritiro dedicato, scambio sul posto, CIP/6, etc). La mancata comunicazione di qualsiasi modifica apportata agli impianti può comportare la sospensione o la risoluzione dei rapporti in essere, nonché l’adozione di provvedimenti più opportuni, anche in sede penale, fino alla decadenza dal diritto agli incentivi.

Il GSE informa, infine, che tutte le variazioni, fatta eccezione per quelle gestite ordinariamente tramite le esistenti procedure informatiche, dovranno essere comunicate mediante LETTERA RACCOMANDATA, allegando la documentazione a corredo e riportando in oggetto e sul plico il riferimento al numero di impianto.

Clicca qui per scaricare il comunicato del GSE
Clicca qui per scaricare la guida del GSE al terzo Conto Energia

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *