Il presidente Garri ribadisce l’obbligatorietà del codice unico di progetto

Il presidente dell’Autorità per la Vigilanza sui Lavori Pubblici, Francesco Garri, ha diffuso un comunicato inerente il C.U.P. C.U.P. "Codice Unico di Progetto.

Il presidente dell’Autorità per la Vigilanza sui Lavori Pubblici, Francesco Garri, ha diffuso un comunicato inerente il C.U.P. “Codice Unico di Progetto”.
Tutte le stazioni appaltanti che realizzano interventi di lavori pubblici – afferma il presidente Garri – sono tenute, secondo le modalità ed i tempi definiti dalla delibera CIPE n.143, del 27 dicembre 2002, a dotare i singoli interventi di apposito codice C.U.P.
Le Stazioni appaltanti, dovranno procedere all’accreditamento (Richiesta di accreditamento al Sistema). Una volta ricevuti i diritti di accreditamento, consistenti nell’acquisizione di «login» e «password» personali, potranno procedere alla richiesta di attribuzione del codice rispondendo alle richieste informative formulate dal Sistema.

Documento Dimensione Formato
Comunicato del presidente dell’Autorità per la Vigilanza sui Lavori Pubblici 20 Kb ACCAreader

Attenzione: Per la visualizzazione del file in formato ACCAreader si richiede la presenza sul sistema di: ACCAreader ver. 5.00
Clicca sull’ immagine per effettuare gratuitamente il download del programma.

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *