Il nuovo Codice appalti si applica anche in Sicilia!

Il nuovo Codice appalti si applica e ha validità a tutti gli effetti anche in Sicilia: lo ha chiarito l’assessorato regionale

Il nuovo Codice appalti (dlgs 50/2016) sarà applicato anche in Sicilia. Lo ha comunicato l’assessorato regionale delle infrastrutture e della mobilità. Si tratta di un’applicazione automatica in virtù del recepimento dinamico già operato dal legislatore siciliano con la legge regionale 12/2011. Tutte le norme in contrasto con la nuova normativa sono dunque abrogate e tutti i riferimenti delle norme regionali al decreto legislativo 163/2006 dovranno intendersi alle nuove disposizione del decreto legislativo 50/2016.

Ricordiamo che il nuovo Codice appalti è stato approvato con il decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50 – “Attuazione delle direttive 2014/23/UE, 2014/24/UE e 2014/25/UE sull’aggiudicazione dei contratti di concessione, sugli appalti pubblici e sulle procedure d’appalto degli enti erogatori nei settori dell’acqua, dell’energia, dei trasporti e dei servizi postali, nonché per il riordino della disciplina vigente in materia di contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture“, ed è stato pubblicato in Gazzetta ufficiale n. 91 del 19 aprile 2016.

Le novità più interessanti del Codice appalti sono:

  • Nuovi compiti e poteri all’Anac (linee guida e bandi tipo)
  • Modalità di appalto in base agli importi
  • Offerta economicamente più vantaggiosa al posto del criterio del minor prezzo
  • Limite del subappalto al 30% dell’importo complessivo
  • L’eventuale subappalto non può superare il 30% dell’importo delle opere e non può essere, senza ragioni obiettive, suddiviso.
  • Incentivi per funzioni tecniche
  • Cauzione a garanzia dell’offerta e sconti
  • Sconti per cauzioni
  • Avvalimento
  • Baratto amministrativo
  • Concessioni per autostrade
  • Addio all’appalto integrato

 

Clicca qui per scaricare il nuovo Codice appalti

Clicca qui per leggere le novità più rilevanti del nuovo Codice appalti 

 


Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *