Il GSE pubblica la guida per gli incentivi nella produzione di energia elettrica da impianti a fonti rinnovabili non fotovoltaici

Gli incentivi riguardano la produzione di energia elettrica derivante da impianti a fonti rinnovabili diversi da quelli fotovoltaici: eolici, idraulici, geotermici, a biogas e biomasse.

Il Gestore Servizi Energetici, GSE, ha pubblicato le nuove Procedure Applicative, ai sensi del D.M. del 6 luglio 2012 (Quinto Conto Energia), atte a definire i criteri e le modalità di iscrizione al Registro.

Le modalità di incentivazione riportate nella pubblicazione riguardano la produzione di energia elettrica derivante da impianti a fonti rinnovabili diversi da quelli fotovoltaici: eolici, idraulici, geotermici, a biogas e biomasse.
Il riconoscimento degli incentivi, come definito nel Decreto, è relativo agli impianti aventi potenza non inferiore a 1 kW e con entrata in esercizio in data successiva al 31 dicembre 2012.

Ecco le caratteristiche che gli impianti devono avere:

  • alimentati da fonti rinnovabili diverse da quella solare fotovoltaica
  • nuovi
  • integralmente ricostruiti
  • riattivati
  • oggetto di intervento di potenziamento o di rifacimento

Il documento del GSE, relativo alle procedure applicative, è così strutturato:

  • i Regolamenti per le iscrizioni ai Registri e alle Aste
  • il passaggio dal vecchio al nuovo meccanismo di incentivazione
  • la richiesta ed erogazione delle tariffe incentivanti
  • le modalità di calcolo ed erogazione degli incentivi e modalità di riconoscimento dei premi
  • i controlli e le verifiche sugli impianti

Clicca qui per scaricare le Procedure Applicative del GSE

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *