Il DURC si applica anche alle imprese straniere

Le imprese che hanno sede in un paese extracomunitario e che svolgono la propria attività anche in Italia sono soggette alla normativa sul DURC e alla iscrizione obbligatoria alla Cassa edile.

Le imprese che hanno sede in un paese extracomunitario e che svolgono la propria attività anche in Italia sono soggette alla normativa sul DURC e alla iscrizione obbligatoria alla Cassa Edile.
Gli stessi obblighi di iscrizione alla Cassa Edile non interessano, invece, le imprese aventi sede in uno Stato dell’Unione Europea sempre che, nel loro Paese di apparteneza, siano iscritte presso un organo pubblico che garantisca gli stessi livelli di tutela previsti dalla disciplina contrattuale vigente in Italia.
Questo quanto chiarito dal Ministero del Lavoro con la allegata risposta all`interpello n. 24/07, sollevato dall`Ordine dei consulenti del lavoro di Bolzano.

Documento Dimensione Formato
Nota del Ministero del Lavoro 154 Kb PDF
 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *