Il diniego del mutamento di destinazione d’uso deve essere motivato!

La Legge n. 15 del 2005 (in vigore dall’8 marzo 2005) ha modificato le norme sul procedimento amministrativo (Legge 7 agosto 1990, n. 241) introducendo, tra l’altro, la "Comunicazione dei motivi ostativi all’accoglimento dell’istanza"

La Legge n. 15 del 2005 (in vigore dall’8 marzo 2005) ha modificato le norme sul procedimento amministrativo (Legge 7 agosto 1990, n. 241) introducendo, tra l’altro, la “Comunicazione dei motivi ostativi all’accoglimento dell’istanza”.
In base alle nuove disposizioni, nei procedimenti avviati su istanza di parte, qualsiasi provvedimento di diniego non può essere adottato senza che sia stata preventivamente inviata agli istanti una comunicazione che illustri i motivi che ostano all’accoglimento della domanda. (vedi BibLus-net n. 46).
Tra i suddetti procedimenti rientrano anche le richieste di titoli abilitativi edilizi.
Una conferma di quanto appena affermato proviene dal TAR del Piemonte che, con la sentenza n. 2837 del 3 ottobre 2005, ha annullato un atto di diniego emesso da un comune.
In particolare, il dirigente di un Comune aveva negato la modifica di destinazione d’uso di alcuni locali ignorando le disposizioni introdotte dalla L. 15/2005.
Gli interessati hanno allora inoltrato ricorso al Tribunale amministrativo competente ed hanno visto riconosciute le loro ragioni.

DocumentoDimensioneFormato
L.241/1990 (testo vigente)0,99 MbACCAreader
Sentenza n. 2837/2005 del TAR Piemonte86 KbACCAreader

Attenzione: Per la visualizzazione del file in formato ACCAreader si richiede la presenza sul sistema di: ACCAreader ver. 5.00
Clicca sull’ immagine per effettuare gratuitamente il download del programma.

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *