Il decreto fiscale è legge. Tutte le novità approvate

In Gazzetta la legge di conversione del decreto fiscale. Le misure per professionisti ed imprese: ok all’equo compenso,  rottamazione bis, estensione split payment e altro

Pubblicata in Gazzetta Ufficiale del 5 dicembre 2017 la legge 4 dicembre 2017, n. 172, la legge di conversione del dl fiscale 148/2017, recante

Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 16 ottobre 2017, n. 148, recante disposizioni urgenti in materia finanziaria e per esigenze indifferibili. Modifica alla disciplina dell’estinzione del reato per condotte riparatorie.

Il provvedimento ha lo scopo di reperire risorse per la manovra di bilancio 2018-2020.

Il testo originario prevede 4 tipi di interventi:

  • misure fiscali
  • misure a sostegno delle imprese
  • misure per la sicurezza
  • misure per esigenze indifferibili

Novità nel testo di conversione in legge

Con la conversione in legge del dl fiscale collegato alla manovra, sono state approvate le seguenti misure:

  • equo compenso per tutti i professionisti
  • fondo progettazione da 60 milioni di euro per l’antisismica e il risanamento idrogeologico
  • edilizia libera nelle aree colpite dal sisma
  • deroghe al Codice appalti per la ricostruzione
  • possibilità di utilizzare i proventi degli oneri di urbanizzazione per la progettazione delle opere pubbliche
  • estensione dello split payment
  • differimento dei termini per il pagamento delle rate della definizione agevolata
  • estesa la rottamazione delle cartelle esattoriali, scadenza posticipata per la terza rata
  • semplificazione dello spesometro, non saranno applicate sanzioni se la trasmissione corretta dei documenti relativi al primo semestre 2017 verrà inviata entro il 28 febbraio 2018
  • divieto di fatturazione a 28 giorni per gli operatori della telefonia
  • uscita da scuola dei minori di 14 anni, consentita solo se autorizzata per iscritto dai genitori dell’alunno
  • estesa la platea dei fuori-sede universitari beneficiari dell’agevolazione, rimane la distanza ad almeno 100 km dall’Ateneo dove studiano, ma i due non devono più necessariamente appartenere a provincie diverse
  • stop a vendita online di sigarette elettroniche potranno essere vendute solo nelle tabaccherie e nelle rivendite autorizzate
  • detrazione del 19% per il 2017 e per il 2018 per i cibi speciali, necessari ai malati oncologici o con problemi di insufficienza renale, ecc.

Queste alcune delle novità presenti nella legge di conversione del decreto fiscale, approvata in via definitiva il 30 novembre dalla Camera con 237 voti favorevoli, votando la fiducia chiesta dal Governo.

Le novità per professionisti e imprese

Equo compenso per tutti i professionisti

Viene esteso a tutti i professionisti, anche se non appartenenti ad un ordine, il riconoscimento economico “proporzionato” al lavoro svolto; un principio che anche la PA è tenuta a riconoscere.

A tutti i professionisti sarà riconosciuto un equo compenso determinato in maniera proporzionale alla quantità e alla qualità del lavoro svolto, nonché al contenuto e alle caratteristiche della prestazione, tenendo conto dei parametri previsti dai regolamenti delle singole professioni (quindi nel caso di architetti e ingegneri del nuovo decreto parametri bis).

L’equo compenso è stato bocciato dall’Antitrust che, con un parere non vincolante reso nei giorni scorsi, lo ha considerato contrario ai principi concorrenziali.

Fondo progettazione da 60 milioni

Un Fondo da 60 milioni di euro nel triennio 2017 – 2019 sosterrà i Comuni delle zone a rischio sismico 1 e 2 nella progettazione definitiva ed esecutiva di interventi per la messa in sicurezza e contro il rischio idrogeologico.

Case senza autorizzazione dopo il sisma

Consentita l’attività edilizia libera “per gli interventi di realizzazione di immobili in assenza dì titolo abilitativo eseguiti nel periodo compreso tra il 24 agosto 2016 e il 24 agosto 2017 per impellenti esigenze abitative dai proprietari, usufruttuari o titolari di diritti reali di godimento su immobili distrutti o gravemente danneggiati dagli eventi sismici.

Ricostruzione delle opere pubbliche

Per la ricostruzione delle opere pubbliche più urgenti si potrà utilizzare la procedura negoziata a inviti e senza bando di gara per gli interventi fino a 5,22 milioni di euro.

Oneri di urbanizzazione per la progettazione di opere pubbliche

Dal 1° gennaio 2018 i proventi degli oneri di urbanizzazione e delle sanzioni previste dal Testo Unico dell’edilizia (dpr 380/2001) saranno utilizzati anche per la progettazione delle opere pubbliche.

Split payment

Il meccanismo della scissione dei pagamenti dell’Iva sull’acquisto di beni e servizi sarà esteso a tutte le società controllate dalla PA.

Banca dati nazionale degli operatori economici

Sarà autorizza una spesa di 100.000 euro per il 2017 e 1,5 milioni all’anno dal 2018 per la gestione e il funzionamento della Banca dati nazionale degli operatori economici, introdotta dal Codice Appalti (dlgs 50/2016), per consentire una rapida verifica dei requisiti dei soggetti che partecipano alle gare, e gestita dal Ministero delle infrastrutture e dei trasporti.

Fondo di garanzia per le Pmi

La dotazione del fondo sarà incrementata di 300 milioni di euro per l’anno 2017 e di 200 milioni di euro per il 2018. Il Fondo consente alle imprese di ottenere finanziamenti senza garanzie aggiuntive (e quindi senza costi di fidejussioni o polizze assicurative).

Ricostruzione Centro Italia

Previste le seguenti facilitazioni per favorire la ricostruzione post sisma in centro Italia:

  • superamento del “monopolio” di Invitalia nella pubblicazione delle gare, con allargamento a diocesi, Agenzia del Demanio e potenziamento dello stesso ruolo delle Regioni, che potranno a loro volta delegare i Comuni
  • possibilità di ricorso e procedure negoziate a inviti e senza bando di gara per gli interventi fino a 5,22 milioni di euro
  • semplificazione anche per riparare gli edifici con danni lievi

Ricostruzione post-sisma a Ischia

In arrivo 30 milioni per la riparazione dei danni del terremoto di Ischia avvenuto nell’agosto scorso, da ripartire con Dpcm; 10 milioni sono riservati alle imprese per la ripresa dell’attività.

Concessionarie autostradali

Stop alle novità in materia di appalti delle concessionarie autostradali: la quota da affidare con gara resta all’80%.

Affidamento in house per le autostrade A22 e A4

Sbloccato l’affidamento diretto senza gara (in house) delle autostrade A22 (Modena-Brennero) e A4 Venezia-Trieste (più A28 Portogruaro-Pordenone e raccordo Villesse-Gorizia).

Sicurezza ferrovie regionali

Le ferrovie regionali isolate, da luglio del 2019, passano sotto la competenza dell’Agenzia nazionale per la sicurezza ferroviaria.

Rete ferroviaria italiana

Autorizzata la spesa di 420 milioni di euro per l’anno 2017 per il finanziamento del contratto di programma – parte investimenti 2017- 2021 tra il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti e la società rete ferroviaria italiana, Rfi.

Programma di Rfi

Semplificato l’iter di approvazione del contratto di programma tra ministero delle Infrastrutture e Rfi: si stabilisce che per gli aggiornamenti annuali non serve più il parere parlamentare, basta una informativa fatta dal Ministro delle Infrastrutture, a meno che l’aggiornamento comporti modifiche sostanziali, cioè tali da essere superiori al 15% dell’importo totale del programma o di singoli programmi o progetti di intervento.

Cogenerazione

Gli interventi di cogenerazione che incrementano la producibilità termica, ossia finalizzati al mantenimento o raggiungimento di un assetto di sistema di teleriscaldamento efficiente e che si abbinano a un’estensione della rete in termini di aumento della capacità di trasporto, accedono al regime di sostegno di cui al dlgs 20/2007, secondo i valori di rendimento fissati nel Regolamento Delegato (UE) 2015/2402.

Il Ministro dello sviluppo economico definisce criteri e modalità di accesso al regime di sostegno con specifico decreto che dovrà essere emanato entro 90 giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge.

 

Clicca qui per scaricare la legge 4 dicembre 2017, n. 172

Clicca qui per conoscere FacTus-PA, il software per la fatturazione cartacea ed elettronica

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *