Il datore di lavoro non è responsabile se l’infortunio dipende dal comportamento anomalo del lavoratore

Il datore di lavoro ha l’obbligo di adottare tutte le misure di sicurezza e vigilare sulla effettiva applicazione delle stesse da parte dei lavoratori.

Il datore di lavoro ha l’obbligo di adottare tutte le misure di sicurezza e vigilare sulla effettiva applicazione delle stesse da parte dei lavoratori.
Il datore di lavoro è quindi responsabile in caso di infortunio di un dipendente se non dimostra di aver ottemperato hai predetti obblighi.
Nel caso in cui, tuttavia, l’infortunio del lavoratore sia originato da una condotta che presenti “ i caratteri dell’abnormità, inopinabilità ed esorbitanza” rispetto alle direttive ricevute nessuna responsabilità può essere addebitata al datore di lavoro.
In tal senso si è espressa la suprema Corte di Cassazione con la sentenza n. 11895/2003.

Documento Dimensione Formato
Sentenza della suprema Corte di Cassazione n. 11895/2003 447 Kb ACCAreader

Attenzione: Per la visualizzazione del file in formato ACCAreader si richiede la presenza sul sistema di: ACCAreader ver. 5.00
Clicca sull’ immagine per effettuare gratuitamente il download del programma.

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *