ICI: chi paga? Quando sorge l’obbligo?

L’obbligo del pagamento dell’Imposta Comunale sugli Immobili (ICI) non sorge con l’accatastamento dell’immobile e con l’attribuzione della rendita catastale definitiva.

L’obbligo del pagamento dell’Imposta Comunale sugli Immobili (ICI) non sorge con l’accatastamento dell’immobile e con l’attribuzione della rendita catastale definitiva.
Ai sensi dell’articolo 5 comma 2, del decreto legislativo 504/1992 (il provvedimento che ha istituito l’ICI), la rendita assume rilevanza solo ai fini della determinazione del valore del fabbricato, costituendo la base per la definizione dell’entità del tributo.
In caso di nuova edificazione di un fabbricato, invece, la base imponibile ICI, fino alla data di ultimazione dei lavori (oppure fino all’utilizzazione se avviene prima dell’ultimazione), è fornita dal valore dell’area.
Il presupposto per il pagamento dell’ICI manca se il fabbricato non è ultimato o effettivamente utilizzato.
L’accatastamento, quindi, non costituisce, il presupposto per il pagamento.
Chi ha l’obbligo di pagare l’ICI?
In base al citato D.Lgs. 504/192, sono obbligati al pagamento dell’imposta:

  • il proprietario dell’immobile;
  • il titolare del diritto reale di usufrutto, uso abitazione;
  • il superficiario;
  • l’enfiteuta;
  • il locatario finanziario;
  • il concessionario di aree demaniali.

Non sono invece tenuti al pagamento dell’imposta:

  • il locatario;
  • l’affittuario;
  • il comodatario;

in quanto non sono titolari di un diritto reale di godimento sull’immobile, ma lo utilizzano sulla base di uno specifico contratto.
La Commissione Tributaria Regionale del Lazio, con la sentenza 90 del 27 aprile 2006, ha chiarito che per l’assoggettamento agli obblighi tributari non sono sufficienti, poiché non probanti, le risultanze del catasto.
La prova della proprietà, infatti, non è data dalle iscrizioni catastali ma dalle risultanze dei registri immobiliari; in caso di non conformità tra le risultanze è ovviamente tenuto al pagamento dell’ICI il soggetto che risulta proprietario da questi registri.

DocumentoDimensioneFormato
Testo vigente del D.Lgs. 504/19921,03 MbPDF
Massima della sentenza n. 90/2006 della CTR del Lazio24 KbPDF
 
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *