Immagine categoria varie e brevi

I chiarimenti dalle Entrate sul bonus fiscale per mobili ed elettrodomestici

Con il D.L. 5/2009 il Governo ha introdotto una detrazione Irpef del 20% della spesa sostenuta a favore di chi acquista mobili ed elettrodomestici per arredare immobili oggetto di ristrutturazione.
Con la Circolare n. 35/E del 16 luglio l’Agenzia fornisce i chiarimenti necessari per usufruire dell’agevolazione.

Con il D.L. 5/2009 il Governo ha introdotto una detrazione Irpef del 20% della spesa sostenuta a favore di chi acquista mobili ed elettrodomestici per arredare immobili oggetto di ristrutturazione.
Con la Circolare n. 35/E del 16 luglio l’Agenzia fornisce i chiarimenti necessari per usufruire dell’agevolazione.
Il bonus riguarda i contribuenti che hanno sostenuto spese per interventi di ristrutturazione (manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia) per i quali è possibile usufruire della detrazione del 36%.
La detrazione spetta per le spese, sostenute dal 7 febbraio al 31 dicembre 2009, finalizzate all’arredo dell’immobile in ristrutturazione. I beni che danno diritto al bonus sono i mobili, gli elettrodomestici di classe energetica non inferiore ad A+, i televisori e i computer. Il loro acquisto deve avvenire necessariamente tramite bonifico bancario o postale riportante causale del versamento, codice fiscale di chi paga e codice fiscale (o partita Iva) del beneficiario del pagamento.
L’agevolazione per chi arreda l’immobile ristrutturato consiste in una detrazione Irpef del 20% delle spese sostenute, calcolata su un importo massimo di 10mila euro e ripartita in cinque quote annuali; pertanto, la detrazione annua non potrà essere superiore a 400 euro.
Il tetto di 10mila euro – sottolinea la circolare – deve essere riferito alla singola unità immobiliare.

Clicca qui per scaricare il testo della circolare n. 35/2009

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *