Guide “passo passo” sul sistema di tracciabilità dei rifiuti. Vademecum per produttori, trasportatori, smaltitori e intermediari

Dal Ministero dell’Ambiente utili indicazioni per le aziende che devono operare con il nuovo e controverso sistema di tracciabilità dei rifiuti

Il SISTRI (sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti) ha lo scopo di permettere l’informatizzazione dell’intera filiera dei rifiuti speciali a livello nazionale.
La Legge 148/11 affida al Ministero dell’Ambiente il compito di organizzare, entro il 15 dicembre 2011, in collaborazione con le associazioni di categoria, test di funzionamento del SISTRI, al fine di verificare l’efficacia del funzionamento delle tecnologie utilizzate nonché la validità delle procedure individuate.

Il Ministero dell’Ambiente ha pubblicato una serie di guide “passo passo” per gli utenti, elaborate in funzione della tipologia di utente, che rappresentano un notevole aiuto per le aziende che devono operare con il nuovo e controverso sistema di tracciabilità dei rifiuti.

Le guide pubblicate sono le seguenti:

  • Guida rapida produttori
  • Guida rapida trasportatori
  • Guida rapida recuperatori/smaltitori
  • Guida rapida intermediari

Clicca qui per scaricare la Guida produttori
Clicca qui per scaricare la Guida trasportatori
Clicca qui per scaricare la Guida recuperatori/smaltitori
Clicca qui per scaricare la Guida intermediari

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *